mercoledì 30 settembre 2015

L'esposizione (parte 2) - #Corso #Fotografia

Glauco Silvestri
Esistono situazioni in cui l'esposimetro della fotocamera può essere tratto in inganno dall'ambiente. Fotografare un paesaggio coperto da neve o una sposa in bianco potrebbero facilmente ingannare la macchina e procurare un errore nell'esposizione della foto, producendo immagini buie. Se non si ha in dotazione un esposimetro esterno con cui effettuare una misura più accurata, è possibile comunque eseguire una compensazione in modo manuale, attraverso una opportuna funzione della macchina fotografica.

Tenendo premuto il pulsante ± sul retro della fotocamera, e ruotando la ghiera vicina al pulsante di scatto, potete andare a regolare la compensazione. L'indicatore graduato visibile sia all'interno del mirino, sia sul display, permette di controllare l'aggiustamento. 
E' possibile muoversi di 3 stop, sia in positivo, sia in negativo.
Per dare più luce a una foto è necessario correggere in positivo, viceversa per scurirle è necessario correggere in negativo. La correzione va intesa come un metodo per recuperare la luce desiderata.


Il paesaggio luminoso coperto di neve di cui si parlava all'inizio potrebbe richiedere fino a due stop di compensazione positiva, per la sposa in abito bianco potrebbe essere sufficiente una impostazione  positiva di uno stop. 
La compensazione dell'esposizione con valori negativi è usata per soggetti dai toni scuri, specialmente se riempiono l'inquadratura o vengono ripresi su sfondi scuri: fiori blu e viola con foglie verdi, per esempio, sono soggetti che possono richiedere una correzione.

Le foto che seguono mettono in evidenza cosa accade correggendo la stessa immagine prima di uno stop negativo, poi di uno stop positivo. Sono state scattate nell'auditorium del Vittoriale di D'Annunzio. Il velivolo è quello con cui il poeta sorvolò l'Austria per lanciare i volantini in cui si celebrava la vittoria dell'Italia.
Le tre immagini non necessitano di commenti ulteriori. La differente impostazione, rispetto all'originale, portano a una immagine più buia, o a una più luminosa, a seconda del tipo di correzione impostata.

F/4 ISO6400 1/30" -1STOP
F/4 ISO6400 1/30"
F/4 ISO6400 1/15" +1STOP









Questo tipo di correzione, in caso di dubbi, può essere delegata alla macchina grazie alla funzione Braketing (AEB: Automatic Exposure Braketing).
Attivando questa funzione la macchina eseguirà tre foto ogni volta che si preme il tasto di scatto. Una foto avrà l'esposizione così come identificata dalla macchina, una avrà una esposizione corretta con stop negativi, e una avrà invece una esposizione con stop positivi. 

La correzione può essere impostata premendo il tasto 'Menù' della macchina fotografica.


Selezionando Expo.comp./AEB è possibile impostare sia la correzione negativa, sia la correzione positiva semplicemente ruotando la ghiera vicina al pulsante di scatto. 


Una volta accettata l'impostazione premendo il tasto SET, la fotocamera farà tre scatti per ogni foto che vorrete realizzare. 


Osservando le immagini una volta scattate, potrete scegliere quella che più vi piace, o tenerle tutte quante, oppure ancora correggere le impostazioni di Braketing e poi rifare lo scatto.
Per disattivare il Braketing è sufficiente azzerare le impostazioni, oppure spegnere la fotocamera.
Molte fotocamere sfruttano il Braketing per creare fotografie HDR (High Dynamic Range). I sensori delle fotocamere hanno dei limiti nella quantità di gamma dinamica in una scena si tenta di catturare. Voler mettere in evidenza i dettagli delle parti chiare, come il cielo, potrebbe far perdere dettagli nelle zone in ombra. Regolando l'esposizione si è costretti a una scelta stringente dove qualcosa viene per forza sacrificato. L'effetto HDR si ottiene unendo più foto scattate con valori di esposizione differenti (n.d.r. solitamente uno scatto è sottoesposto di 2 stop, e l'altro è sovraesposto di 2 stop). 
Questa unione permette di ottenere fotografie in cui i dettagli delle zone chiare e quelli delle zone scure sono mostrati senza perdita di dettaglio.
Solitamente si ottiene una foto HDR unendo le immagini in fase di post-produzione, grazie al software fornito in dotazione con la fotocamera. E' però possibile che le macchine più recenti siano in grado di generare una immagine HDR direttamente al momento dello scatto (n.d.r. come la mia EOS700D).


Per attivare questa funzione è sufficiente selezionare la voce Scene sulla rotella delle impostazioni di scatto della macchina fotografica. 
Cliccare sul tasto Quick Control, e cercare la voce HDR ruotando la ghiera vicina al tasto di scatto.
Una volta impostata questa modalità premendo il tasto SET, la macchina eseguirà scatti in formato HDR mettendo in risalto ogni dettaglio dell'immagine. L'unica accortezza, in questo caso, sarà quello di tenere la macchina perfettamente ferma durante l'esecuzione di tutti e tre gli scatti, pena una immagine mossa, e da buttare.


Scopri i miei ebook cliccando QUI.
Il mio Sito / Su Amazon / Su Flickr / Su Facebook / Su Twitter / Su Google+

Consigli per gli acquisti: Strumenti Musicali / Hi-Fi / Kindle Touch / Kindle Fire / Amazon BuyVip
...e con Amazon Prime la spedizione veloce è gratis!


About the Author

Glauco Silvestri / Author & Editor

Vivo a Bologna. Vivo per le mie passioni. Scrivo, leggo, amo camminare. Adoro il cinema, amo tantissimo le montagne. Sono cresciuto a suon di cartoni di Go Nagai e Miyazaki.
Mi guadagno da vivere grazie all'elettronica. Lavoro nella domotica, e nell'illuminazione d'emergenza, per una grossa azienda italiana. Ci occupiamo di sicurezza, salute, emergenza... ma anche di energia pulita. Il mio sogno sarebbe vivere grazie ai miei libri, ai miei disegni, alle mie fotografie... Ma onestamente, suppongo di essere più bravo nel mio attuale lavoro. Ciò non significa che io rinunci a provare, tutt'altro, faccio di tutto per migliorare, crescere, ottenere il meglio che posso nei miei lavori, che siano racconti, digital painting, fotografie...
Ovviamente, oltre a ciò, sono anche un blogger, ma se state leggendo questa breve nota, vuol dire che già lo sapete.

0 commenti:

Posta un commento

Post Recenti



Powered by Blogger.

Popular Posts

Cerca sul Blog

')