mercoledì 19 giugno 2013

Melting Pot of ending June

Glauco Silvestri
Fa caldo. E' un periodo strano. Ormai vi starò annoiando nei miei post in cui, ogni volta, affermo di mettermi nuovamente e totalmente in discussione. Ammetto che non vado certo indietro nel tempo, e nel blog, a rivedere i miei precedenti discorsi, tanto cento ne penso, e nessuna ne faccio... però, son sicuro che, ogni anno, più o meno alle porte di Luglio, un pensiero di questo tipo lo faccio perché sono in scadenza sul rinnovo del dominio del mio sito. Per cui la domanda sorge spontanea: Mo' che famo?

Scrivere, scrivere, scrivere...
Dopo il parto difficilissimo di Race War (la saga a puntate che vi allieterà nella prossima stagione), credevo che la sorgente si fosse seccata. Starà a voi, leggendo quel lavoro, capire se i miei timori sono infondati o meno, ma il dubbio c'è, e persiste. Insomma, credevo di non aver più nulla da dire. Avevo cominciato a disegnare a tutto spiano, a progettare addirittura una mostra per il 2014; insomma, stavo passando velocemente dalla penna al pennello e... bang! Una nuova e terribile storia mi ha catturato. E' qualcosa di molto differente dai miei lavori passati. Già con Race War ho abbandonato gli ambienti (e gli argomenti) di fantasia, ma qui affronto un tema drammatico, violento, molto attuale, e soprattutto... di cui non pensavo avrei mai scritto nulla. Non voglio svelare niente. Neppure il titolo, perché l'ho già cambiato tre volte, e ancora non mi soddisfa. Ma il contatore indica già quarantamila battute e son solo all'inizio.

Per quanto riguarda i lavori già in essere, H-Asteroid prosegue come da calendario. La saga terminerà tra settembre e ottobre, come al solito, con la pubblicazione del "ebook-raccoglitore" in cui sarà presente un epilogo in esclusiva non pubblicato nella collana gratuita. Race War dovrebbe invece cominciare a dicembre. In questo buco temporale dovrei pubblicare un opera di cui ho parlato tanto, ma voi non avete visto nulla... Ovvero quel romanzo che per anni ho chiamato "Polvere Eravamo". Ho lottato a lungo per dargli una forma differente da quella dei miei altri lavori, ma così non è andata, e non ho più voglia di tentare altri sentieri. Per cui lo vedrete in ebook verso la fine di questo 2013.

Disegnare, disegnare, disegnare...
Qui mi sono bloccato. Sono ormai due disegni che non riesco a realizzare come vorrei. E' come se l'ispirazione fosse volata via all'improvviso. Forse la fuga è dovuta al mio desiderio di mettermi a fare sul serio... forse invece è sorta da alcuni commenti che ho ricevuto, positivi - per l'amor di Dio - ma che parevano andare in un'altra direzione rispetto a quella che io avevo preso. Insomma, il solito eterno problema di non saper esprimere ciò che si ha dentro, o di essere interpretati in modo differente... non so.
A ogni modo, è tutto fermo. Ci provo, eh? Ma poi butto via tutto perché non mi soddisfa. Devo tornare ad abbeverarmi alla fonte.

Rock, rock, always rock...
Con la chitarra tutto prosegue come al solito.Ho terminato il secondo "libro" che seguo come programma di studio e a breve dovrei partire con il terzo, che solo a sfogliarlo mi sembra incomprensibile. Ma non ho paura. Anche quello appena finito mi pareva incomprensibile quando l'avevo iniziato... per cui, son soddisfatto. Non è ancora il momento in cui io possa metter fuori un video, o un file audio, con una mia performance. Son timido, ma soprattutto credo che i tempi non siano ancora maturi. Non volendo spendere denaro per un maestro, son costretto a muovermi con estrema cautela.
A proposito... penso che dovrò prendermi un tutore per il polso, ogni tanto sento qualche dolorino.





About the Author

Glauco Silvestri / Author & Editor

Vivo a Bologna. Vivo per le mie passioni. Scrivo, leggo, amo camminare. Adoro il cinema, amo tantissimo le montagne. Sono cresciuto a suon di cartoni di Go Nagai e Miyazaki.
Mi guadagno da vivere grazie all'elettronica. Lavoro nella domotica, e nell'illuminazione d'emergenza, per una grossa azienda italiana. Ci occupiamo di sicurezza, salute, emergenza... ma anche di energia pulita. Il mio sogno sarebbe vivere grazie ai miei libri, ai miei disegni, alle mie fotografie... Ma onestamente, suppongo di essere più bravo nel mio attuale lavoro. Ciò non significa che io rinunci a provare, tutt'altro, faccio di tutto per migliorare, crescere, ottenere il meglio che posso nei miei lavori, che siano racconti, digital painting, fotografie...
Ovviamente, oltre a ciò, sono anche un blogger, ma se state leggendo questa breve nota, vuol dire che già lo sapete.

2 commenti:

  1. Le incertezze capitano, soprattutto alla nostra età.
    Beninteso: noi siamo giovani, eh?
    ;-P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giovanissimi... altrimenti non avremmo tutte queste incertezze! :D

      Elimina

Post Recenti



Powered by Blogger.

Popular Posts

Cerca sul Blog

')