venerdì 21 luglio 2017

Life - #Film #Recensione

Glauco Silvestri
A me Life è piaciuto. Non sarà originalissimo (n.d.r. Ricorda lontanamente Alien), visto che di pellicole di questo tipo se ne sono già viste molte, ma è fatto bene, ha dei buoni interpreti, e per una volta - a parte forse qualche scelta poco oculata (n.d.r. Tipo le torce a ossigeno, che poi sono banali lampade a led e si vede benissimo) - l'horror non è stato costruito sulla stupidità dei personaggi.

La trama è semplice: Una sonda sta arrivando da Marte con un carico di campioni da analizzare. Durante il suo viaggio di ritorno viene investita da piccole meteore, che ne modificano la rotta in modo tale da non riuscire più a rientrare sulla Terra, ma comunque non tanto da non poter tentare di intercettarla con la ISS. E' una operazione pericolosa, ma tutto va per il meglio... E tra i campioni marziani, miracolo dei miracoli, c'è una cellula aliena. E' festa grande, sia sulla Terra, sia sulla ISS, perché questa piccola cellula è la prima testimonianza che non siamo soli nell'Universo, però non bisogna gridarlo a gran voce. Non si sa ancora se questo organismo sia innocuo o meno.
Per quanto la ISS non sia equipaggiata come laboratorio biologico, si stabilisce un sistema di sicurezza - nei limiti del possibile - per evitare contaminazioni sia dell'equipaggio, sia della stazione orbitante, sia della Terra. E se all'inizio tutto sembra andare bene, ecco succedere un banale incidente... Proprio nel laboratorio in cui è contenuto l'esserino (n.d.r. Chiamato Calvin, e in pieno sviluppo). Da quel momento è una escalation di situazioni imprevedibili... Il panico è probabilmente il peggior nemico dell'equipaggio della ISS, che spesso dimentica i problemi di contenimento dell'alieno per tentare di salvare i propri colleghi. Errori, sfortuna, e fato avverso fanno sì che tutto vada storto e...

Due sono le scene più intense di questa pellicola: La prima è quella in cui l'alieno entra nella bocca di uno dei membri dell'equipaggio... Sono stato male io per lui; La seconda è il finale, che ovviamente non posso svelare, ma che è costruito in modo tale in cui tutti possano immaginare una cosa, e invece ne capita un'altra. 
Gli attori fanno bene il loro mestiere e la ricostruzione della ISS è credibile. La CGI è davvero raffinata. Ormai si è raggiunto un buon livello in questo genere di pellicole, e quasi non ha più senso andare a sottolineare questi dettagli. Ovviamente, guardandolo, non si riescono a provare emozioni forti come quelle che si provarono alla prima assoluta di Alien... Oramai siamo troppo scafati in questo genere di cose. Però il film funziona.

Un buon popcorn movie.




Scopri i miei ebook cliccando QUI



About the Author

Glauco Silvestri / Author & Editor

Vivo a Bologna. Vivo per le mie passioni. Scrivo, leggo, amo camminare. Adoro il cinema, amo tantissimo le montagne. Sono cresciuto a suon di cartoni di Go Nagai e Miyazaki.
Mi guadagno da vivere grazie all'elettronica. Lavoro nella domotica, e nell'illuminazione d'emergenza, per una grossa azienda italiana. Ci occupiamo di sicurezza, salute, emergenza... ma anche di energia pulita. Il mio sogno sarebbe vivere grazie ai miei libri, ai miei disegni, alle mie fotografie... Ma onestamente, suppongo di essere più bravo nel mio attuale lavoro. Ciò non significa che io rinunci a provare, tutt'altro, faccio di tutto per migliorare, crescere, ottenere il meglio che posso nei miei lavori, che siano racconti, digital painting, fotografie...
Ovviamente, oltre a ciò, sono anche un blogger, ma se state leggendo questa breve nota, vuol dire che già lo sapete.

0 commenti:

Posta un commento

Post Recenti



Powered by Blogger.

Popular Posts

Cerca sul Blog

')