mercoledì 24 febbraio 2016

Il Flash - #Corso #Fotografia

Glauco Silvestri
Il Flash è uno strumento che non va sottovalutato. Il suo utilizzo è tutt'altro che banale, tanto che se lo si utilizza senza un minimo di competenza, o di studio, si finisce per ottenere risultati davvero disastrosi.
Personalmente, io odio la luce emessa dai Flash.
Riconosco però che il loro utilizzo è fondamentale in alcune occasioni, in molte occasioni. Vediamo quindi di fare un po' di chiarezza su come funziona, cosa può fare, e quando conviene utilizzarlo.

Per parlare del Flash bisogna tornare ai principi fondamentali della fotografia. Ormai sappiamo bene che tutto ruota attorno alla luce, e che per ottenere una buona foto è necessario essere in grado di impostare la fotocamera in modo tale da adattarsi alla luce ambientale, così che possa essere sfruttata per i nostri scopi.
Il problema è che la luce ambientale non può essere regolata, la sua sorgente è solitamente fissa, e la sua qualità cambia di giorno in giorno, di ora in ora. 
Il Flash è una sorgente luminosa che si adatta alle nostre esigenze, ha una qualità costante e predeterminata, e può essere messa dove più ci aggrada.
Detto questo, è comprensibile che il Flash sia la soluzione a molti problemi del fotografo. Però non è da confondere con una banale lampadina che andiamo ad accendere quando ci serve. Il Flash è un dispositivo molto sofisticato, e per ciò va studiato e compreso.

Il Flash integrato nella fotocamera non è la soluzione per eccellenza. 
Ha una portata limitata; la potenza del suo fascio di luce non può essere regolata (n.d.r. In realtà, nelle macchine prosumer o superiori, come per la mia EOS700D, la luce emessa dal flash è impostata in base all'apertura scelta per lo scatto); la luce è diretta contro il soggetto, con conseguente rischio dell'effetto 'occhi rossi'; in presenza di paraluce sull'obiettivo può creare ombre indesiderate, e non visibili al momento dello scatto, nella foto.

Viene comunque utile in mobilità, specie quando si scatta una foto a un soggetto vicino alla fotocamera, e illuminato trasversalmente dal sole (n.d.r. O dalla sorgente luminosa presente in quel momento). Questo tipo di illuminazione potrebbe creare delle ombre indiscutibilmente brutte sul nostro soggetto, per cui l'uso del flash diventa ottimale per eliminarle al momento dello scatto.
Può essere usato anche per illuminare ambienti di piccole metrature, o per scattare foto al buio quando non possiamo sfruttare altre forme di sorgenti luminose. Si tratta però di una luce diretta. Gli effetti non sono sempre gradevoli. Io, lo ammetto, preferisco alzare gli ISO e tentare una foto con tempi di esposizione lunga, e niente flash.
Allo stesso modo, si può aumentare la portata del flash aumentando gli ISO della fotocamera. Nella tabella sottostante sono riportati valori indicativi di ciò che si può ottenere, cambiando la sensibilità, con il flash integrato.


Detto questo, però, il mio consiglio è quello di pensare all'acquisto di un Flash professionale. Questo tipo di apparecchi è in grado di dialogare con la fotocamera (n.d.r. Fate molta attenzione alla compatibilità con la vostra fotocamera. Una regola d'oro è che i flash della marca della vostra reflex non avranno problemi con essa, mentre quelli di produttori di terze parti devono essere valutati con molta - moltissima - attenzione). 
Solitamente regolano la loro potenza in base grazie a un sistema chiamato TTL (n.d.r. Through the Lens, ovvero Attraverso le Lenti).
Ciò permette alla fotocamera di regolare nel dettaglio la luce emessa dal flash, e di interrompere il lampo quando ha raggiunto il livello di luce necessario alla corretta esposizione del soggetto. Il vantaggio risulta evidente anche ai non professionisti. Non c'è rischio di sovraesposizione, o sottoesposizione, dell'immagine.
I flash professionali sono dotati di una parabola zoom motorizzata. 
Ciò consente al flash di adattarsi all'ampiezza della scena inquadrata, e fornire una luce ampia e ravvicinata nel caso si usi un grandangolo, o potente e lontana se si usa un teleobiettivo.
I flash professionali hanno la parabola orientabile in ogni direzione.
Questo è sicuramente il motivo principale per cui è meglio scegliere questo tipo di flash rispetto all'utilizzo del flash integrato. Potendo orientare la parabola come vogliamo, è possibile evitare che la luce diretta colpisca il soggetto. Ciò fa sì che i colori non si appiattiscano, e che la foto risultante sia più naturale. Orientare la parabola verso una parete bianca, sfruttare la luce riflessa, è di sicuro una strategia vincente per ottenere belle foto con il flash. Potremo decidere di usare una luce riflessa dalle pareti laterali, o dal soffitto, o addirittura dalla parete alle nostre spalle. Ogni scelta sarà a portata di mano. Scelta che potrà essere amplificata utilizzando accessori quali pannelli riflettenti disposti a regola d'arte attorno al nostro soggetto (n.d.r. A volte è sufficiente un pannello riflettente ai piedi del soggetto per cambiare il gioco di ombre e ottenere uno scatto molto più limpido e luminoso, nonché privo di ombre indesiderate).
Molti flash professionali possono essere comandati a distanza, wireless.
Ecco un'altra potenzialità da non sottovalutare. Se la vostra fotocamera è in grado di pilotare remotamente i flash, allora potrete davvero gestire la luce a vostro piacimento, e addirittura utilizzare anche più di un flash. Nel caso non sia dotata di un dispositivo wireless, esistono comunque dei cavetti ad-hoc (n.d.r. Sono detti TTL o P-TTL, attenzione alla compatibilità, sia con la fotocamera, sia con il flash in vostro possesso) che vanno innestati nella slitta della fotocamera, e sulla slitta del flash, così che esso possa comunque essere comandato a distanza seppur con il limite dovuto alla lunghezza del filo.

Le potenzialità sono infinite, e limitate solo dalla fantasia di chi scatta, e dal budget a vostra disposizione per poter essere in possesso di più flash, e di accessori sicuramente utili per ottenere ogni risultato immaginabile.

Accessori? Sì anche il mondo dei flash è ricco di accessori da acquistare a parte. Si va da supporti di vario tipo utili per allontanare la sorgente di luce dall'obiettivo, a tappi traslucidi per rendere il lampo più caldo rispetto alla classica luce fredda che tutti conosciamo (n.d.r. Anche colorati, per chi vuole una illuminazione particolare), piedistalli di vario tipo per tenere in posizione il flash quando lo si usa in modalità wireless, e una varietà pressoché infinita di pannelli riflettenti, sia per l'uso in interni, sia per l'uso in esterni.

E per la Macro fotografia? Esistono i flash ad anello, e addirittura anche quelli a doppia torcia. Entrambe le tipologie vengono avvitate all'obiettivo, e producono una luce tutto attorno alla lente, in modo uniforme, così che il soggetto, per quanto piccolo, sia illuminato come si deve.

L'intera gamma di Flash prodotti da Canon
Note Pratiche: Se decidete di acquistare un flash compatibile, ma non della marca della vostra fotocamera, è probabile che esso non funzioni nel caso di scatti in live-view.



Scopri i miei ebook cliccando QUI.
Il mio Sito / Su Amazon / Su Flickr / Su Facebook / Su Twitter / Su Google+

Consigli per gli acquisti: Strumenti Musicali / Hi-Fi / Kindle Touch / Kindle Fire / Amazon BuyVip
...e con Amazon Prime la spedizione veloce è gratis!


About the Author

Glauco Silvestri / Author & Editor

Vivo a Bologna. Vivo per le mie passioni. Scrivo, leggo, amo camminare. Adoro il cinema, amo tantissimo le montagne. Sono cresciuto a suon di cartoni di Go Nagai e Miyazaki.
Mi guadagno da vivere grazie all'elettronica. Lavoro nella domotica, e nell'illuminazione d'emergenza, per una grossa azienda italiana. Ci occupiamo di sicurezza, salute, emergenza... ma anche di energia pulita. Il mio sogno sarebbe vivere grazie ai miei libri, ai miei disegni, alle mie fotografie... Ma onestamente, suppongo di essere più bravo nel mio attuale lavoro. Ciò non significa che io rinunci a provare, tutt'altro, faccio di tutto per migliorare, crescere, ottenere il meglio che posso nei miei lavori, che siano racconti, digital painting, fotografie...
Ovviamente, oltre a ciò, sono anche un blogger, ma se state leggendo questa breve nota, vuol dire che già lo sapete.

0 commenti:

Posta un commento

Post Recenti



Powered by Blogger.

Popular Posts

Cerca sul Blog

')