mercoledì 23 dicembre 2015

Giocare con gli Obiettivi: Il tappo Stenopeico - #Corso #Fotografia

Glauco Silvestri
La mitica scatola delle sorpresine del Mulino Bianco
Le prime lezioni di fotografia le ho ricevute da bambino, grazie a un maestro delle elementari che mi permetteva di provare la sua Pentax completamente manuale. Fu lui a spiegarmi per la prima volta come funzionava una macchina stenopeica, in pratica, a spiegarmi come funzionavano le prime macchine fotografiche. 
Ricordo che, da bambino costruii due macchine di questo tipo: una piccolissima con una scatola delle sorpresine del Mulino Bianco, una più grande con una scatola da scarpe. Ci giocavo come se quegli schermi artigianali fossero il mirino del mio aereo da combattimento. Vedevo le immagini rovesciate, al centro avevo disegnato una sorta di tacca di mira... La fantasia dei bambini è davvero senza confini.

Passarono gli anni, ebbi la mia prima fotocamera reflex, dimenticai la spensieratezza delle camere stenopeiche, e mi dedicai alla fotografia su pellicola da 35mm. Il mio primo incontro con una Holga fu più o meno cinque anni fa, guardando una vetrina in centro città. Pensai fosse una macchina fotografica per bambini... Quanto mi sbagliavo... La Holga è una macchina stenopeica funzionante.

Una foto scattata da una Holga
La peculiarità di questa macchina è quella di non dare mai un risultato certo. Fa 'foto brutte', spesso sfuocate, con grande vignettatura, e colori sparati. Solo che queste 'foto brutte' sono davvero belle... per lo meno, il più delle volte hanno qualcosa di davvero unico, incredibile. Qui a fianco potete osservare una foto scattata con una Holga, immagine che ho trovato online grazie a google.

Come funziona? Esattamente come funzionavano le prime macchine fotografiche. Non ha un obiettivo. Possiede solo un otturatore a scatto. La pellicola va avvolta manualmente. E al posto dell'obiettivo c'è un forellino infinitesimale che è posizionato esattamente in modo che la macchina abbia un fuoco infinito. Il tempo di scatto è impostato da una sorta di timer. La sensibilità dipende dalla pellicola inserita.

L'obiettivo Holga
Le immagini create da questa macchinetta mi hanno sempre incuriosito, mai a sufficienza per comprarne una, ma comunque abbastanza per tornare a pensarci ogni tanto. E così, qualche tempo fa, curiosando su Amazon, ho scoperto che esiste un obiettivo Holga da attaccare alla mia Canon. In realtà ne esiste un set completo, e addirittura uno che ha un sistema a revolver tale da permettere di cambiare l'effetto 'Holga' a seconda di quello che si vuole provare.
La cifra è talmente bassa che mi ero quasi convinto a prenderlo senza troppo pensare... Ma poi l'ho inserito nella mia wishlist (n.d.r. Ricordate ciò che ci siam detti sul corredo fotografico?).

Come si usa?
Questo tipo di obiettivo è particolare. E' come se avesse l'apertura del diaframma impostato su valori incredibili. Vi servirà probabilmente un cavalletto, e il telecomando, perché con aperture di questo tipo i tempi diventano davvero lunghi, anche in pieno giorno. Inoltre, per scattare la foto dovete tener conto del fatto che il forellino è tanto piccolino da rendere inutilizzabile il mirino della fotocamera, ma col Live-View dovreste risolvere egregiamente.
Per scattare la foto è sufficiente mettersi su Priorità di Apertura, impostare fuoco infinito, e scattare. Il risultato vi dovrebbe stupire, anche perché senza cambiare nulla, a ogni scatto potrebbe accadere di avere risultati differenti.
Provate, inoltre, a scattare qualche foto in manuale, calando il tempo, e aumentando gli ISO. Vi assicuro che vi divertirete, anche se probabilmente otterrete una foto bella ogni... diciamo dieci/quindici scatti.

Note a margine: Avete problemi a leggere scritte piccoline? Provate gli occhiali stenopeici. Io li ho, e fanno davvero miracoli, per quanto sia strano guardare il mondo da quelle lenti.


Scopri i miei ebook cliccando QUI.
Il mio Sito / Su Amazon / Su Flickr / Su Facebook / Su Twitter / Su Google+

Consigli per gli acquisti: Strumenti Musicali / Hi-Fi / Kindle Touch / Kindle Fire / Amazon BuyVip
...e con Amazon Prime la spedizione veloce è gratis!


About the Author

Glauco Silvestri / Author & Editor

Vivo a Bologna. Vivo per le mie passioni. Scrivo, leggo, amo camminare. Adoro il cinema, amo tantissimo le montagne. Sono cresciuto a suon di cartoni di Go Nagai e Miyazaki.
Mi guadagno da vivere grazie all'elettronica. Lavoro nella domotica, e nell'illuminazione d'emergenza, per una grossa azienda italiana. Ci occupiamo di sicurezza, salute, emergenza... ma anche di energia pulita. Il mio sogno sarebbe vivere grazie ai miei libri, ai miei disegni, alle mie fotografie... Ma onestamente, suppongo di essere più bravo nel mio attuale lavoro. Ciò non significa che io rinunci a provare, tutt'altro, faccio di tutto per migliorare, crescere, ottenere il meglio che posso nei miei lavori, che siano racconti, digital painting, fotografie...
Ovviamente, oltre a ciò, sono anche un blogger, ma se state leggendo questa breve nota, vuol dire che già lo sapete.

0 commenti:

Posta un commento

Post Recenti



Powered by Blogger.

Popular Posts

Cerca sul Blog

')