venerdì 30 ottobre 2015

007 Skyfall - #Film #Recensione

Glauco Silvestri
Ultimo film della 'trilogia' ideale che vede il reboot della saga. E' il numero 23, uscito per il cinquantenario di 007 al cinema, mica male per un agente segreto dell'MI6, no? 

In Skyfall parliamo di M. Tutto comincia con un hard disk contenente tutti i nomi degli agenti infiltrati viene trafugato. 007 cerca di fermare il ladro fuggitivo, ma nella concitazione degli eventi, un cecchino sbaglia mira e lo colpisce, su ordine di M. Cade in un fiume e le sue tracce si perdono. Viene dato per morto anche se in realtà si salva, e scompare per andare a vivere in un luogo appartato della Turchia, ferito nell'orgoglio, ferito fisicamente, e deluso dal comportamento di M, che non ha creduto in lui.
Torna a Londra solo quando accade qualcosa di incredibile. Un attentato all'interno della sede dell'MI6. M è il bersaglio. Nessuno sa chi sia stato, ma le competenze informatiche dell'attentatore sono davvero di un'altra categoria, tanto che quando l'acciaccato 007 viene ripreso 'di ruolo', la sua dotazione si limita a una pistola e a una radio. Niente diavolerie elettroniche, si torna alla vecchia scuola. 
Nel frattempo l'autorità di M viene messa in discussione, e il suo pensionamento è prossimo. Anche e soprattutto perché si scopre che l'attentatore non è altro che un ex agente MI6 che fu tradito da M, in un modo non molto differente da Bond...

Non vi dirò come va a finire, ma ci sono molti richiami ai primi film degli anni settanta. Graig si conferma ancora una volta il volto ideale per un 007 tutt'altro che 'inglese'. E' imbolsito, invecchiato, con problemi fisici e un po' di pancetta. La mancanza di fiducia di M lo ha distrutto, specie dopo ciò che era accaduto in Casino Royale e in Quantum of Solace. E' per questo che scompare e molla tutto. Il volto di 007 diventa umano. E' sempre una macchina di morte, ma come Rambo, ha pure lui dei sentimenti, ed è stato ferito troppe volte per poter continuare a fare il suo lavoro. E' solo il senso del dovere a spingerlo a mettersi in gioco nuovamente.
E' comunque un punto cruciale della sua vita, quello in cui la fiducia nel prossimo crolla, e l'unica ancora di salvezza diventa sé stesso. Ed è proprio grazie alle proprie esperienze personali, alla sua vita da orfano, all'ambiente in cui è diventato un uomo, che questa avventura, il cui finale sembra destinato a portare l'MI6 alla sconfitta, può trovare la giusta conclusione.
Qui troveremo una destituzione... Ma ci sono anche dei grandi rientri. Miss Moneypenny. Ottima la regia, bravissima Naomie Harris nei panni di Eve Moneypenny, interessante la figura - molto british - di Ralph Fiennes, che andrà a impersonare il nuovo M quando la Dench verrà destituita. Interessante anche la figura del cattivo, molto ben costruito e davvero un ottimo personaggio. Javier Bardem è davvero perfetto nei panni di Silva.

Che altro dire? Forse è il miglior Bond degli ultimi tempi. Questa trilogia migliora di pellicola in pellicola, è qualcosa di davvero raro a vedersi nel cinema. Del resto questo film ha vinto due Premi Oscar, un Golden Globe e due Premi BAFTA.


Scopri i miei ebook cliccando QUI.
Il mio Sito / Su Amazon / Su Flickr / Su Facebook / Su Twitter / Su Medium / Su Google+

Consigli per gli acquisti: Strumenti Musicali / Hi-Fi / Kindle Touch / Kindle Fire / Amazon BuyVip
...e con Amazon Prime la spedizione veloce è gratis!


About the Author

Glauco Silvestri / Author & Editor

Vivo a Bologna. Vivo per le mie passioni. Scrivo, leggo, amo camminare. Adoro il cinema, amo tantissimo le montagne. Sono cresciuto a suon di cartoni di Go Nagai e Miyazaki.
Mi guadagno da vivere grazie all'elettronica. Lavoro nella domotica, e nell'illuminazione d'emergenza, per una grossa azienda italiana. Ci occupiamo di sicurezza, salute, emergenza... ma anche di energia pulita. Il mio sogno sarebbe vivere grazie ai miei libri, ai miei disegni, alle mie fotografie... Ma onestamente, suppongo di essere più bravo nel mio attuale lavoro. Ciò non significa che io rinunci a provare, tutt'altro, faccio di tutto per migliorare, crescere, ottenere il meglio che posso nei miei lavori, che siano racconti, digital painting, fotografie...
Ovviamente, oltre a ciò, sono anche un blogger, ma se state leggendo questa breve nota, vuol dire che già lo sapete.

0 commenti:

Posta un commento

Post Recenti



Powered by Blogger.

Popular Posts

Cerca sul Blog

')