giovedì 4 giugno 2015

L'Avvocato del Diavolo - #Film #Recensione

Glauco Silvestri
Adoro questo film. L'Avvocato del Diavolo è una di quelle pellicole che non mi annoia mai. Ha tutti gli ingredienti fondamentali: mistero, erotismo, malizia, sottigliezza, drammaticità, un pizzico di paura... Non scade mai, e incuriosisce ad ogni scena.

La trama! Kevin Lomax è un giovane avvocato di successo della Florida. Non ha mai perso una causa, benché talvolta fosse consapevole della colpevolezza dei propri clienti, non ha mai rinunciato a una vittoria. È felicemente sposato con Mary Ann e ha un buon rapporto con la madre nonostante l'attaccamento di quest'ultima alla chiesa. Tutto sembra andare per il meglio, l'eco dei suoi successi giunge fino a New York, all'orecchio di John Milton, fondatore e capo di uno degli studi legali più prestigiosi del paese. L'offerta è allettante. Soldi facili, cause intriganti, la Grande Mela, un appartamento incredibile... Perchè non afferrare la fortuna per i capelli? E' Mary Ann ad incoraggiare il marito, e quest'ultimo non se lo fa dire due volte. Difatti il lavoro in Florida non offre maggiori sbocchi di quanto già abbia ottenuto. Si trasferiscono, hanno nuovi amici, ma sapranno reggere alla pressione? John Milton diventa una sorta di mentore del giovane Kevin, e più il lavoro si fa duro, più egli trascura la moglie, che da sola non riesce più ad andare avanti. Visioni, scene apocalittiche, malattie immaginarie... Alla fine Mary Ann si suicida, e a Kevin viene rivelata una terribile verità. John Milton non è interessato a lui solo perché è un bravo avvocato, è anche suo padre, e non è un padre qualunque, un padre da sottovalutare.

Questa storia è un intrico di spine davvero delizioso. Il film ti trascina attraverso tutti i sette peccati capitali, e ti spinge giù finché non ti manca l'aria, e finché non ti manca l'energia per resistere alla spinta, e finché non si accetta la tentazione e non si viene trascinati nel vortice. Al Pacino è perfetto per il ruolo di John Milton. Keanu Reeves è bravo, anche se la sua interpretazione è sempre uguale a sé stessa. Charlize Theron è così giovane e innocente in questa pellicola da addolcire ogni cuore. E poi ci sono i comprimari, tutti calzanti nei panni dei loro ruoli, tutti così convincenti da spingere lo spettatore a credere che sia una storia vera. Occhi sgranati, non è possibile controllare gli eventi, ne si è succubi. Il finale, poi, lascia tutti col fiato sospeso, sorprende, e spaventa. Non c'è fine e non c'è inizio in questa vicenda. Un gorgo che deve (e lo sottolineo) condurre dove John Milton desidera. Ma voi lo desiderate?

Assoluto. Perfetto. Lo consiglio.


Scopri i miei ebook cliccando QUI.
Il mio Sito / Su Amazon / Su Flickr / Su Facebook / Su Twitter / Su Google+

Consigli per gli acquisti: Strumenti Musicali / Hi-Fi / Kindle Touch / Kindle Fire / Amazon BuyVip
...e con Amazon Prime la spedizione veloce è gratis!


About the Author

Glauco Silvestri / Author & Editor

Vivo a Bologna. Vivo per le mie passioni. Scrivo, leggo, amo camminare. Adoro il cinema, amo tantissimo le montagne. Sono cresciuto a suon di cartoni di Go Nagai e Miyazaki.
Mi guadagno da vivere grazie all'elettronica. Lavoro nella domotica, e nell'illuminazione d'emergenza, per una grossa azienda italiana. Ci occupiamo di sicurezza, salute, emergenza... ma anche di energia pulita. Il mio sogno sarebbe vivere grazie ai miei libri, ai miei disegni, alle mie fotografie... Ma onestamente, suppongo di essere più bravo nel mio attuale lavoro. Ciò non significa che io rinunci a provare, tutt'altro, faccio di tutto per migliorare, crescere, ottenere il meglio che posso nei miei lavori, che siano racconti, digital painting, fotografie...
Ovviamente, oltre a ciò, sono anche un blogger, ma se state leggendo questa breve nota, vuol dire che già lo sapete.

1 commenti:

  1. Non lo giudico un capolavoro, ma ha i suoi indubbi meriti, e un paio di scene da antologia (tutte affidate a Pacino).
    Ma tutto il cast è molto, molto azzeccato.

    RispondiElimina

Post Recenti



Powered by Blogger.

Popular Posts

Cerca sul Blog

')