venerdì 13 giugno 2014

Per una Cipolla di Tropea

Glauco Silvestri
Scritto davvero bene, Per una cipolla di Tropea, con similitudini intelligenti e un gergo, un linguaggio, curato senza però dimenticare i giusti dialettismi di un'epoca che ha fascino.

Siamo nell'Italia del primo dopoguerra. In una giornata di sole splendente, capace di illuminare anche i caruggi più angusti e bui di Genova, un cadavere viene recuperato nelle acque del porto. Sembrerebbe il corpo di un pescatore, ma la pistola e il silenziatore rinvenuti nelle sue tasche aprono scenari non previsti. Il colonnello Enrico Anglesio, chiamato sul posto a occuparsi del caso, viene catturato da un insolito indizio, che si rivelerà il suo asso nella manica: le cipolle di Tropea trovate nella barca del presunto pescatore...

Non posso andare oltre alle poche righe di presentazione che lo stesso Amazon propone sulla pagina dell'ebook, perché è una storia non molto lunga e non vorrei rivelare troppo sulla vicenda. Si tratta di un giallo davvero ben congegnato, capace di raccontare la vita di tutti i giorni di quegl'anni, e allo stesso tempo tutte le incongruenze di una Europa (Italia e Francia, soprattutto), che ancora sta leccando le proprie ferite e cercando di mantenere stretti i propri territori, soprattutto le colonie, che ovviamente cominciano a volere la propria indipendenza. Ma cosa c'entra la cipolla di tropea? E' bello il dualismo tra il colonnello Anglesio che deve preparare una caponata per una cena galante, e l'indizio che poi porterà i carabinieri sulle tracce dell'assassino. Sono davvero ben costruiti i personaggi, a partire dal colonnello stesso, fino a Zia Rina.
Ottima la narrazione, che concede indizi come le briciole di Pollicino, e che immerge il lettore in un poliziesco davvero intrigante.

Lo consiglio. Poi... è gratis!


Scopri i miei ebook cliccando QUI.



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

About the Author

Glauco Silvestri / Author & Editor

Vivo a Bologna. Vivo per le mie passioni. Scrivo, leggo, amo camminare. Adoro il cinema, amo tantissimo le montagne. Sono cresciuto a suon di cartoni di Go Nagai e Miyazaki.
Mi guadagno da vivere grazie all'elettronica. Lavoro nella domotica, e nell'illuminazione d'emergenza, per una grossa azienda italiana. Ci occupiamo di sicurezza, salute, emergenza... ma anche di energia pulita. Il mio sogno sarebbe vivere grazie ai miei libri, ai miei disegni, alle mie fotografie... Ma onestamente, suppongo di essere più bravo nel mio attuale lavoro. Ciò non significa che io rinunci a provare, tutt'altro, faccio di tutto per migliorare, crescere, ottenere il meglio che posso nei miei lavori, che siano racconti, digital painting, fotografie...
Ovviamente, oltre a ciò, sono anche un blogger, ma se state leggendo questa breve nota, vuol dire che già lo sapete.

0 commenti:

Posta un commento

Post Recenti



Powered by Blogger.

Popular Posts

Cerca sul Blog

')