sabato 8 febbraio 2014

Sleep Dealer

Glauco Silvestri
Come sarà il nostro futuro. Sleep Dealer prova a raccontarcelo enfatizzando le paure del terrorismo. 
Tutto avviene nel continente americano, ove i continui attacchi terroristici convincono il governo a creare delle vere e proprie barriere con i paesi confinanti. L'uso delle armi per la difesa, e l'attacco preventivo, è diventato tanto abituale da essere proposto in show televisivi. La chiusura fisica verso l'esterno ha però portato uno sviluppo tecnologico incredibile nelle reti informatiche, tanto che ormai è possibile comunicare attraverso la rete grazie a chip impiantati nel proprio corpo, e oltre a ciò, lavorare in via remota pilotando droni che svolgono i lavori per conto nostro. Ciò rivoluziona il mondo del lavoro, niente più pericoli nei cantieri, visto che a sporcarsi le mani sono dei robot comandati a distanza - idem nel mondo militare, dove persino i soldati non corrono più rischi sul campo di battaglia, lasciando spazio a droni da combattimento.
In questo contesto, in Messico, una famiglia si trova costretta a fare la fame per colpa della società americana che gestisce le risorse idriche della zona. Memo, il figlio più giovane, sogna un futuro lontano da quella terra arida, per cui ogni giorno si mette a origliare le comunicazioni radio telefoniche provenienti dall'America, per immaginare di essere lì, e di fare una vita ben diversa da quella di suo padre. Tali intercettazioni, però, non vengono ignorate dalle autorità statunitensi. Considerate una sorta di spionaggio terroristico, un pilota di droni viene incaricato di recarsi sul luogo e abbattere la minaccia. In pochi minuti Memo vede la sua casa in fiamme, e suo padre ucciso da un missile.
Ciò lo spinge ad abbandonare la sua terra, a cercare Luz, che gli impianterà un'interfaccia neurale, e a cambiare la sua vita per sempre. L'incontro con Luz, però, lo porterà a conoscere il pilota di droni che ha ucciso suo padre. Difatti Luz è una mercante di sogni, ovvero vende i suoi ricordi online per raggranellare qualche dollaro in più... e Rudy, il pilota, scopre di aver ucciso un innocente, e decide di fare qualunque cosa per farsi perdonare.

Cosa combineranno Rudy, Memo e Luz? Questo lo scoprirete solo guardando il film. Io ho già esagerato nel raccontarvi dettagli della trama del film. Un film davvero ben fatto (e non è un caso che si sia accaparrato un paio di premi non indifferenti). Non c'è un grande carnet di personaggi, e si vede che il budget a disposizione era un briciolo sotto standard per ciò che si voleva realizzare (la grafica in CGI dei droni è da Playstation 2), ma si riesce a sorvolare in fretta da questi dettagli, anche perché essa non è poi così invasiva, e non è neppure parte determinante della storia. Come molti buoni film di fantascienza, è il rapporto personale, l'indole umana, a essere messa sotto il microscopio. In questo contesto il film riesce bene. Forse i tre personaggi avrebbero meritato una caratterizzazione più approfondita, il film è lungo ma sembra volare in un battibaleno, e una volta giunti ai titoli di coda sembra di avere avuto una conoscenza solo superficiale di Luz, Rudy e Memo. Però... intrattiene bene, e la storia non è banale. Merita!


Cerchi qualche offerta 'libresca'? Clicca qui (dura fino al 21 Marzo!)



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

About the Author

Glauco Silvestri / Author & Editor

Vivo a Bologna. Vivo per le mie passioni. Scrivo, leggo, amo camminare. Adoro il cinema, amo tantissimo le montagne. Sono cresciuto a suon di cartoni di Go Nagai e Miyazaki.
Mi guadagno da vivere grazie all'elettronica. Lavoro nella domotica, e nell'illuminazione d'emergenza, per una grossa azienda italiana. Ci occupiamo di sicurezza, salute, emergenza... ma anche di energia pulita. Il mio sogno sarebbe vivere grazie ai miei libri, ai miei disegni, alle mie fotografie... Ma onestamente, suppongo di essere più bravo nel mio attuale lavoro. Ciò non significa che io rinunci a provare, tutt'altro, faccio di tutto per migliorare, crescere, ottenere il meglio che posso nei miei lavori, che siano racconti, digital painting, fotografie...
Ovviamente, oltre a ciò, sono anche un blogger, ma se state leggendo questa breve nota, vuol dire che già lo sapete.

0 commenti:

Posta un commento

Post Recenti



Powered by Blogger.

Popular Posts

Cerca sul Blog

')