martedì 12 novembre 2013

Kick Ass

Glauco Silvestri
Mi diverto sempre a guardare questo film. Kick Ass è la trasposizione cinematografica dell'omonimo fumetto realizzato da Mark Millar.

Il film ci proietta nell'immaginario di Dave Lizewski, un teenager normalissimo che si domanda perché, nonostante esistano tanti appassionati di fumetti, mai nessuno abbia mai tentato di diventare un super eroe. Il ragazzo non si limita a porre un interrogativo di questo genere ai suoi amici, bensì decide di divenire lui stesso un supereroe.
Vestito con una brutta muta da sub e armato con due specie di manganelli, la sua prima prodezza finisce in tragedia. Viene accoltellato, e di seguito investito da un'auto. Ciò, però, gli procura un incredibile vantaggio... le placche d'acciaio nel cranio, e le terminazioni nervose danneggiate, non gli consentono più di percepire il dolore. Così si butta nella mischia, e diventa improvvisamente famoso quando, una notte, si trova coinvolto in un pestaggio, e viene filmato da qualche ragazzino curioso.
L'esistenza di Kick Ass risveglia l'attenzione della malavita, che ovviamente non può ignorare questo tipo di sfida... e così si scopre che in città non esiste un solo supereroe a dir poco strampalato, e che esistono Big Daddy e Hit Girl, una coppia che fa dannatamente sul serio!

Il film è estremamente divertente e violento. Cage, nel ruolo di Big Daddy, si presenta in forma smaliante e propone al pubblico una recitazione impeccabile (non più vista dai tempi di Face Off). Molto bravi anche gli altri interpreti. Il contenuto della pellicola, nonostante voglia presentarsi per una sorta di commedia sui supereroi, contiene parecchia violenza... per cui è necessario un certo controllo se si desidera guardarlo con dei bambini. Guardando il film viene la curiosità di leggere il fumetto... ovviamente, di cercare anche il secondo capitolo, guest star Jim Carey, che su Amazon è già presente in pre-ordine, ma non ricordo se è passato per il cinema.

Da vedere!






About the Author

Glauco Silvestri / Author & Editor

Vivo a Bologna. Vivo per le mie passioni. Scrivo, leggo, amo camminare. Adoro il cinema, amo tantissimo le montagne. Sono cresciuto a suon di cartoni di Go Nagai e Miyazaki.
Mi guadagno da vivere grazie all'elettronica. Lavoro nella domotica, e nell'illuminazione d'emergenza, per una grossa azienda italiana. Ci occupiamo di sicurezza, salute, emergenza... ma anche di energia pulita. Il mio sogno sarebbe vivere grazie ai miei libri, ai miei disegni, alle mie fotografie... Ma onestamente, suppongo di essere più bravo nel mio attuale lavoro. Ciò non significa che io rinunci a provare, tutt'altro, faccio di tutto per migliorare, crescere, ottenere il meglio che posso nei miei lavori, che siano racconti, digital painting, fotografie...
Ovviamente, oltre a ciò, sono anche un blogger, ma se state leggendo questa breve nota, vuol dire che già lo sapete.

0 commenti:

Posta un commento

Post Recenti



Powered by Blogger.

Popular Posts

Cerca sul Blog

')