lunedì 28 ottobre 2013

OSX Mavericks: Prime impressioni!

Glauco Silvestri
Son pochi giorni che Mavericks è installato sul mio Mac e già credo di poter indicare alcune cosette sul nuovo sistema operativo di mamma Apple. Ecco la mia dot-list:

  • C'è qualche problemuccio con il Cinema Display. Quando avvio il mio MacBook non mi mostra la finestra di Login. Devo inserire la password guardando il monitor del portatile, poi tutto diventa normale e posso lavorare a "portatile chiuso" guardando il monitor grande. Su ML non avevo questo problema.
  • Finalmente, all'avvio, i Memo appaiono ordinati come piacciono a me. Il problema si è sempre verificato con ML, ma solo se il MacBook era connesso al Cinema Display. In realtà, qualche volta (in modo per ora non ripetibile) all'avvio mi appaiono disordinati... ma solo in rari casi.
  • L'aspetto del calendario e la rubrica sono tornati decenti. Non sopportavo quella grafica tanto distante dal look del sistema.
  • Mail non è mai stato un gran programma di posta. La nuova versione cambia completamente la gestione IMAP di Gmail. Bisogna farci l'abitudine. Io ho combinato qualche casino con la posta inviata, e ho perso dall'archivio online di Gmail tutte quelle spedite nel 2013 (le credevo duplicate, sigh!). Inoltre: manca ancora, la possibilità di chiedere la notifica di lettura delle mail inviate. Uff...
  • Gli alias sono un po' lenti ad aprirsi. A volte il sistema deve risolvere il collegamento... anche se quell'alias esiste da sempre. Più in generale, l'apertura delle cartelle ha un briciolo di latenza.
  • L'icona di TimeMachine non ruota più quando il mac sta facendo un backup. Ora mostra solo una freccina tipo "play". Preferivo l'icona ruotante... non tanto per il look, piuttosto perché a colpo d'occhio era più evidente che il backup fosse in corso.
  • iWork dovrebbe essere gratis per tutti coloro che possedevano una vecchia licenza e avessero aggiornato il sistema operativo. Sfortunatamente (e le lamentele online sono parecchie) per chi ha acquistato il pacchetto nel suo formato DVD, ciò non è vero. L'App Store non permette il download gratuito dell'aggiornamento. Spero che Apple faccia qualcosa, non che senta la necessità impellente di aggiornare Numbers o Pages, ma per una questione di giustizia e principio. 
Per il resto la macchina sembra più performante. Il mio MacBook è datato 2008 ma ancora se la cava egregiamente. E' rapido e senza particolari impuntamenti. I salvataggi avvengono al volo, e anche l'integrazione con iCloud mi pare meglio gestita. La questione della durata di batteria è un dato che non riesco a verificare, visto che da quando ho l'iPad non uso più il Mac in mobilità. Si dice, però, che con una macchina come la mia si guadagni addirittura un'ora di lavoro. Lo scoprirò col tempo. Ero già più che soddisfatto della durata di batteria che ML mi concedeva (anche se era minore di quella offerta ai tempi di SL).
Tra i must di questa versione ci sono:
  • La dettatura integrata avanzata, che permette di lavorare anche offline (anche se bisogna scaricare 480 mega in più di roba rispetto a Mavericks standard). Già avevo trovato molto affidabile il sistema via web... anche se c'era il limite di fare qualche riga alla volta. Ora sono più che contento.
  • Mappe. E' vero che c'è Google Maps, è vero che avevo installato le Mappe del mio navigatore Garmin. Ma mi piace l'applicazione di Apple. L'ho trovata molto più rapida e precisa... per lo meno in questi primi istanti di vita sul mio Mac.
  • il KeyChain condiviso via iCloud... ci voleva proprio!
  • I Tab sulle cartelle... ci voleva proprio (era da OS9 che ne sentivo la mancanza).
  • I Tag... anche se è difficile che tornerò su tutti i miei documenti per taggarli in modo ordinato... è sicuramente un qualcosa in più d'utile per organizzare il proprio lavoro e fare delle ricerche mirare su quanto si è fatto in passato.
  • Finalmente le Etichette colorate sono meno invasive... 





About the Author

Glauco Silvestri / Author & Editor

Vivo a Bologna. Vivo per le mie passioni. Scrivo, leggo, amo camminare. Adoro il cinema, amo tantissimo le montagne. Sono cresciuto a suon di cartoni di Go Nagai e Miyazaki.
Mi guadagno da vivere grazie all'elettronica. Lavoro nella domotica, e nell'illuminazione d'emergenza, per una grossa azienda italiana. Ci occupiamo di sicurezza, salute, emergenza... ma anche di energia pulita. Il mio sogno sarebbe vivere grazie ai miei libri, ai miei disegni, alle mie fotografie... Ma onestamente, suppongo di essere più bravo nel mio attuale lavoro. Ciò non significa che io rinunci a provare, tutt'altro, faccio di tutto per migliorare, crescere, ottenere il meglio che posso nei miei lavori, che siano racconti, digital painting, fotografie...
Ovviamente, oltre a ciò, sono anche un blogger, ma se state leggendo questa breve nota, vuol dire che già lo sapete.

0 commenti:

Posta un commento

Post Recenti



Powered by Blogger.

Popular Posts

Cerca sul Blog

')