venerdì 19 luglio 2013

Unbreakable

Glauco Silvestri
Credo, a differenza di molti, che Unbreakable sia il miglior film realizzato da Manoj Night Shyamalan. Comprendo benissimo gli estimatori de Il Sesto Senso, ma qui la finezza di costruire una pellicola sui supereroi, umanizzandoli, è squisita.

Tutto comincia da David Dunn, un uomo come tanti, con problemi nella sua vita familiare, e sul lavoro. Un uomo non realizzato che ogni mattina si sveglia con la sensazione che qualcosa sia sbagliato nella propria vita. David Dunn sta tornando da un colloquio di lavoro a New York, e il suo treno deraglia. Dal terribile incidente ne esce incolume e ciò scatena le curiosità di un altro uomo, Elijah, nato con una terribile malattia che rende le sue ossa fragilissime. I bambini chiamavano Elijah "uomo di vetro". La possibilità per Elijah di incontrare una persona che, quasi come fosse il suo perfetto opposto, sia completamente invulnerabile è qualcosa di speciale.
David Dunn, ovviamente, non crede nelle teorie dell'uomo di vetro, seppure il figlio Joseph ne appaia altrettanto convinto. Poi, però deve ricredersi. Passo dopo passo, David scopre di non essersi mai ammalato in vita sua, comprende che il suo intuito è in realtà qualcosa di molto più sviluppato ed è in grado di comprendere se una persona ha commesso atti criminali o meno, scopre addirittura di avere una forza sovrumana.

Il finale è poi un colpo di genio. Ma ciò che più attrae è la forma dimessa dei personaggi che compare nella pellicola, uomini, persone, oppresse dal peso che portano sulle spalle in modo inconsapevole. Un peso che magari molti di noi portiamo quotidianamente, ma di cui abbiamo la consapevolezza che sia impossibile da scrollarsi di dosso per via di una "verità" che ancora dobbiamo scoprire.
E' un film perfetto in ogni suo dettaglio. Forse non amato dagli amanti dei fumetti in quanto la parte di pura action è relegata in secondo piano, così come gli effetti speciali sono fini, ma non roboanti.
Insomma, è un film che non urla, è un film introspettivo dalla trama molto origin




About the Author

Glauco Silvestri / Author & Editor

Vivo a Bologna. Vivo per le mie passioni. Scrivo, leggo, amo camminare. Adoro il cinema, amo tantissimo le montagne. Sono cresciuto a suon di cartoni di Go Nagai e Miyazaki.
Mi guadagno da vivere grazie all'elettronica. Lavoro nella domotica, e nell'illuminazione d'emergenza, per una grossa azienda italiana. Ci occupiamo di sicurezza, salute, emergenza... ma anche di energia pulita. Il mio sogno sarebbe vivere grazie ai miei libri, ai miei disegni, alle mie fotografie... Ma onestamente, suppongo di essere più bravo nel mio attuale lavoro. Ciò non significa che io rinunci a provare, tutt'altro, faccio di tutto per migliorare, crescere, ottenere il meglio che posso nei miei lavori, che siano racconti, digital painting, fotografie...
Ovviamente, oltre a ciò, sono anche un blogger, ma se state leggendo questa breve nota, vuol dire che già lo sapete.

0 commenti:

Posta un commento

Post Recenti



Powered by Blogger.

Popular Posts

Cerca sul Blog

')