martedì 22 gennaio 2013

Memento

Glauco Silvestri
Memento è un'altra pellicola che dovrebbe stare nelle videoteche di ogni casa. Già solamente il montaggio mostra una originalità difficile da eguagliare. Il continuo ciclo e ri-ciclo delle situazioni mostrate, il riavvolgere degli eventi, e il mostrarli in un'ottica leggermente diversa, e più complessa, fanno di questo film una vera e propria chicca.

La storia è semplice. Un uomo, Leonard Shelby, ha subito un grave trauma e ora si ritrova con la memoria a breve termine gravemente danneggiata. L'unico suo scopo (apparente) è quello di trovare l'assassino di sua moglie, colui che tra le altre cose gli ha provocato il trauma. Il fatto è che la sua memoria si cancella in breve tempo, per cui è costretto a segnare tutto ciò che scopre, a prendere appunti, a scattare foto, e a tatuarsi sul corpo le informazioni più importanti. Attorno a lui ronzano altri personaggi. Sembra vogliano aiutarlo, ma ognuno di loro ha scopi del tutto personali. Del resto, anche Leonard non è onesto al 100% con sé stesso. Come afferma uno degl'altri personaggi del film, si è creato un puzzle che non può risolvere.

Ciò che amo di questa pellicola è il montaggio, la colonna sonora, e l'interpretazione egregia di ogni interprete (e poi c'è lei... Carrie Anne Moss, perdonatemi ma l'adoro!). La storia si contorce su sé stessa e sbilancia chi guarda il film. Ci sono momenti che pare di aver capito esattamente l'intreccio, e poi ecco che il nastro si riavvolge e ci mostra un dettaglio che mescola di nuovo le carte. E' davvero un capolavoro.



About the Author

Glauco Silvestri / Author & Editor

Vivo a Bologna. Vivo per le mie passioni. Scrivo, leggo, amo camminare. Adoro il cinema, amo tantissimo le montagne. Sono cresciuto a suon di cartoni di Go Nagai e Miyazaki.
Mi guadagno da vivere grazie all'elettronica. Lavoro nella domotica, e nell'illuminazione d'emergenza, per una grossa azienda italiana. Ci occupiamo di sicurezza, salute, emergenza... ma anche di energia pulita. Il mio sogno sarebbe vivere grazie ai miei libri, ai miei disegni, alle mie fotografie... Ma onestamente, suppongo di essere più bravo nel mio attuale lavoro. Ciò non significa che io rinunci a provare, tutt'altro, faccio di tutto per migliorare, crescere, ottenere il meglio che posso nei miei lavori, che siano racconti, digital painting, fotografie...
Ovviamente, oltre a ciò, sono anche un blogger, ma se state leggendo questa breve nota, vuol dire che già lo sapete.

0 commenti:

Posta un commento

Post Recenti



Powered by Blogger.

Popular Posts

Cerca sul Blog

')