giovedì 24 gennaio 2013

Inferen

Glauco Silvestri
Cant Prem

Int èl mèzz dèl cammein ed nostra vetta
Am truvò int un bosch bur ch'an s'vegneva fora;
Perchè là a i era pers la strà ch'và dretta.

(La Divina Commedia, tradotta in dialetto bolognese da Giulio Veronesi, Tipografia Ettore Neri - Bo)


Stanotte ho fatto uno strano sogno. Ero a Panchià, nel giardino dell'Albergo Panorama. Osservavo i miei giocare a scala quaranta con Gianni e la Milena. Erano tutti e quattro giovani, quarantenni. Io invece avevo la mia attuale età. Vicino all'ingresso dell'albergo, invece, a un tavolino, Donato giocava a dama con la "Nonna" (di Marino) per vincere un gelato. La Maria, infine, era affacciata su una terrazza ad innaffiare i fiori...
Un sono ambientato una ventina d'anni fa... dove l'unico a non essere ringiovanito ero io. Chissà che significa...

About the Author

Glauco Silvestri / Author & Editor

Vivo a Bologna. Vivo per le mie passioni. Scrivo, leggo, amo camminare. Adoro il cinema, amo tantissimo le montagne. Sono cresciuto a suon di cartoni di Go Nagai e Miyazaki.
Mi guadagno da vivere grazie all'elettronica. Lavoro nella domotica, e nell'illuminazione d'emergenza, per una grossa azienda italiana. Ci occupiamo di sicurezza, salute, emergenza... ma anche di energia pulita. Il mio sogno sarebbe vivere grazie ai miei libri, ai miei disegni, alle mie fotografie... Ma onestamente, suppongo di essere più bravo nel mio attuale lavoro. Ciò non significa che io rinunci a provare, tutt'altro, faccio di tutto per migliorare, crescere, ottenere il meglio che posso nei miei lavori, che siano racconti, digital painting, fotografie...
Ovviamente, oltre a ciò, sono anche un blogger, ma se state leggendo questa breve nota, vuol dire che già lo sapete.

0 commenti:

Posta un commento

Post Recenti



Powered by Blogger.

Popular Posts

Cerca sul Blog

')