domenica 9 luglio 2017

La Cura del Benessere - #Film #Recensione

Glauco Silvestri
Oggi mi dedico a un thriller, La Cura del Benessere, che per certi versi potrebbe essere definito gotico, o per lo meno 'fantastico', che è capace di camuffare le proprie sembianze grazie a una regia, e a una narrazione, che spesso discostano da questo tipo di tematica.

Siamo ai giorni nostri. Una grossa società di Trading si trova sull'orlo di una indagine finanziaria che potrebbe minare i suoi progetti di fusione con un altro colosso. Per ovviare a questo problema sarebbe necessario rintracciare uno dei soci fondatori della società, solo che questi si è ritirato in una SPA tra i monti svizzeri per potersi rigenerare dallo stress quotidiano. E' quindi necessario andare fin là per convincere l'uomo a tornare a dirigere l'azienda, e per questa missione viene scelto un giovane e arrembante, nonché ambizioso, Broker che sogna di entrare nel CEO del gruppo.
Il ragazzo parte alla volta di questo misterioso centro benessere, e quando arriva nella remota località in cui è situato, capisce subito di trovarsi 'fuori dal mondo'. Lì i cellulari non prendono. La gente del paese è scontrosa e poco disponibile sia verso i forestieri, sia verso coloro che lavorano e frequentano la clinica. La clinica stessa è strana, ha regole ferree, e sembra non gradire interferenze esterne.
Il ragazzo non si arrende e quasi riesce nel suo intento di contattare il socio fondatore della società per cui lavora, ma un incidente d'auto rovina i suoi piani. Viene ricoverato nella clinica stessa con diverse contusioni e una gamba rotta, e al suo risveglio sono passati giorni e giorni senza che lui riesca a ricordare nulla...

C'è mistero in questa vicenda. All'inizio sembra la storia di un ragazzo stressato a cui riaffiorano tutti gli incubi del suo passato. Poi si inserisce il fattore complotto, lo strano comportamento dei pazienti della clinica, nonché del personale che vi lavora. E infine arriva la legenda. Il castello bruciato nel medesimo punto in cui oggi sorge la clinica, gli strani esperimenti che il conte faceva sulla popolazione locale, e... Le anguille che sembrano comparire ovunque, e sparire con la medesima velocità.
Favolosa la fotografia, e il cast è convincente, per quanto sia composto da volti che proprio non riesco a ricordare. Eppure Jason Isaacs compare in molti film che ho visto, a partire da Carabina Quigley, Punto di non ritorno, Armageddon, eccetera eccetera, fino ai giorni nostri con un paio di Harry Potter e Fury. Per lo meno Dane Dehaan l'ho visto solo in Chronicle. A ogni modo è un ottimo cast. E il film è davvero convincente.

Al cinema è passato quasi inosservato ma... Lo consiglio.


Scopri i miei ebook cliccando QUI




About the Author

Glauco Silvestri / Author & Editor

Vivo a Bologna. Vivo per le mie passioni. Scrivo, leggo, amo camminare. Adoro il cinema, amo tantissimo le montagne. Sono cresciuto a suon di cartoni di Go Nagai e Miyazaki.
Mi guadagno da vivere grazie all'elettronica. Lavoro nella domotica, e nell'illuminazione d'emergenza, per una grossa azienda italiana. Ci occupiamo di sicurezza, salute, emergenza... ma anche di energia pulita. Il mio sogno sarebbe vivere grazie ai miei libri, ai miei disegni, alle mie fotografie... Ma onestamente, suppongo di essere più bravo nel mio attuale lavoro. Ciò non significa che io rinunci a provare, tutt'altro, faccio di tutto per migliorare, crescere, ottenere il meglio che posso nei miei lavori, che siano racconti, digital painting, fotografie...
Ovviamente, oltre a ciò, sono anche un blogger, ma se state leggendo questa breve nota, vuol dire che già lo sapete.

0 commenti:

Posta un commento

Post Recenti



Powered by Blogger.

Popular Posts

Cerca sul Blog

')