mercoledì 14 giugno 2017

Super 8 - #Film #Recensione

Glauco Silvestri
Aver riguardato Super 8 dopo tanti anni è stata una buona idea. Quando lo vidi per la prima volta rimasi titubante, non riuscivo a capire se il film mi avesse conquistato o meno. Il problema nasceva dal fatto che il film era troppo 'Spielberghiano' se mi capite, nonostante la sceneggiatura fosse di un giovane J.J. Abrams (n.d.r. Spielberg l'ha solo prodotto).
La trama del film, difatti, si divide tra il dramma famigliare, una avventura tra amici, e l'horror fantascientifico. In esso si trovano componenti di Stand By Me, componenti di ET, e allo stesso tempo si vivono tensioni da dramma sentimentale, visto che le vicende del protagonista sono segnate dalla perdita della madre in un incidente in fabbrica. E poi c'è la componente fantascientifica, legata ancora una volta ai fatti di Roswell.

Ma andiamo con ordine: Siamo nell'Ohio, è l'estate del 1979. Joe Lamb - 14 anni - e i suoi amici stanno girando un film zombie per un concorso cinematografico locale. Durante le riprese si trovano coinvolti in un terribile incidente ferroviario... Un incidente che puzza di mistero, visto che poco più tardi ecco arrivare i militari. La scusa ufficiale è che sul treno ci fossero componenti top-secret di un velivolo sperimentale, ma la verità viene a galla molto in fretta per i ragazzini. Dal treno fuoriesce una creatura mostruosa, gigantesca, che oltre a 'rubare' componenti elettroniche ovunque sia possibile, uccide senza troppi scrupoli, e rapisce di tanto in tanto qualche persona a caso. E tra le persone rapite c'è la bella Alice, di cui Joe è non troppo segretamente innamorato. E mentre l'esercito evacua la città con una scusa futile, Joe convince i suoi amici ad agire per salvare la ragazza...

Il film è ottimamente realizzato. Il tocco di J.J. Abrams si vede eccome. La ricostruzione storica è ottima, e i personaggi sono davvero ben interpretati. Bravissimi i ragazzini, tutti giovani, tutti perfetti nel calzare i loro ruoli. Qualche piccola caduta di stile nei momenti di tensione dove uno dei ragazzini vomita a ripetizione. Qualche cliché di troppo (n.d.r. Militari con i paraocchi, scienziati privi di scrupoli, alieno torturato, vice sceriffo cuor di leone, popolazione ingenua, ecc ecc). Ma nel complesso un film godibile e piacevole da guardare per tutta la famiglia, visto che nella sua trama vengono colte più tematiche creando un mix ricco di emozioni contrastanti, e gli elementi più spaventosi non sono tali da incutere vero terrore agli spiriti più sensibili. E' un bel prodotto, forse non originalissimo, ma piacevole.



Scopri i miei ebook cliccando QUI



About the Author

Glauco Silvestri / Author & Editor

Vivo a Bologna. Vivo per le mie passioni. Scrivo, leggo, amo camminare. Adoro il cinema, amo tantissimo le montagne. Sono cresciuto a suon di cartoni di Go Nagai e Miyazaki.
Mi guadagno da vivere grazie all'elettronica. Lavoro nella domotica, e nell'illuminazione d'emergenza, per una grossa azienda italiana. Ci occupiamo di sicurezza, salute, emergenza... ma anche di energia pulita. Il mio sogno sarebbe vivere grazie ai miei libri, ai miei disegni, alle mie fotografie... Ma onestamente, suppongo di essere più bravo nel mio attuale lavoro. Ciò non significa che io rinunci a provare, tutt'altro, faccio di tutto per migliorare, crescere, ottenere il meglio che posso nei miei lavori, che siano racconti, digital painting, fotografie...
Ovviamente, oltre a ciò, sono anche un blogger, ma se state leggendo questa breve nota, vuol dire che già lo sapete.

0 commenti:

Posta un commento

Post Recenti



Powered by Blogger.

Popular Posts

Cerca sul Blog

')