mercoledì 28 giugno 2017

Resident Evil, the Final Chapter - #Film #Recensione

Glauco Silvestri
Finalmente, con questo film, finisce l'agonia. Resident Evil Final Chapter chiude tutta la vicenda, sconfigge il virus T, e forse (n.d.r. In questo 'forse' potrebbe esserci uno spoiler) mette pace alla spericolata vita di Alice, che ormai da tempo immemore combatte contro una corporation, contro mostri assassini, e soprattutto contro sé stessa. 

Li ho visti tutti i film in live action dedicati all'omonimo videogame, e continuo a credere che l'unico che meriti veramente di essere visto è il primo. Poi magari, il secondo e il terzo hanno ancora un perché... Ma ciò che segue diventa quasi inaffrontabile per chi esige che un film abbia una trama, abbia personaggi di spessore, abbia un contenuto. Il capitolo finale della vicenda non svincola da quanto detto sopra. Sembra la trama di un videogame, pari pari, senza troppi fronzoli e sfumature. Dopo tanto errare per il mondo, Alice ritorna all'alveare, e qui ritroviamo alcuni luoghi già visitati nel primo film, ma non c'è proprio effetto nostalgia... Non c'è tempo per queste cose, perché il film è pura trama da videogame.
Alice entra in un luogo buio, trova una torcia, l'accende e avanza. Rumore sospetto. Si gira di scatto. Spara. E' un mostro. E poi un altro, e un altro. Combatte per un po', poi corre, salta, trova un Humvee con le chiavi nel quadro e il pieno nel serbatoio. Mette in moto e da gas, e arriva un bestione volante che l'attacca, e lei fugge, eccetera eccetera...
Si rivedono anche alcuni vecchie glorie, personaggi provenienti dalla seconda pellicola e con cui Alice aveva costruito un po' di empatia. Però non c'è tempo per rivangare il passato. E' subito azione. Arrivano i cattivi e bisogna difendere i buoni.

In pratica è un videogame, e in gioco c'è la salvezza dell'ultimo avamposto di umanità scampata sia ai non-morti, sia a quelli della Umbrella corporation. Ci sono persino cinque, forse dieci, minuti per un breve spiegone di quanto è accaduto, e qualche rivelazione choc, tutte ad opera della regina rossa... Ve la ricordate la regina rossa? Pensate che addirittura in questi spiegoni si finisce persino per far andare in crisi la continuity, e persino le origini, di tutta la saga... 

Va be'. Ce ne sarebbe da dire tante su questo film, ma alla fine è proprio brutto forte. Se l'ho visto, è stato solo perché volevo sapere come andava a finire la saga, visto poi che al gioco non ci ho giocato mai.

Lo sconsiglio? E' pieno di difetti, è realizzato con un budget imbarazzante, la trama è piatta come una tavola da surf, però c'è parecchia azione, qualche effetto sorpresa efficace, e un lontano richiamo ad ambientazioni alla Mad Max. Insomma, è trash e non lo si amerà mai, ma con questo si chiude tutto, perché allora non levarsi la curiosità di scoprire come va a finire?


Scopri i miei ebook cliccando QUI



About the Author

Glauco Silvestri / Author & Editor

Vivo a Bologna. Vivo per le mie passioni. Scrivo, leggo, amo camminare. Adoro il cinema, amo tantissimo le montagne. Sono cresciuto a suon di cartoni di Go Nagai e Miyazaki.
Mi guadagno da vivere grazie all'elettronica. Lavoro nella domotica, e nell'illuminazione d'emergenza, per una grossa azienda italiana. Ci occupiamo di sicurezza, salute, emergenza... ma anche di energia pulita. Il mio sogno sarebbe vivere grazie ai miei libri, ai miei disegni, alle mie fotografie... Ma onestamente, suppongo di essere più bravo nel mio attuale lavoro. Ciò non significa che io rinunci a provare, tutt'altro, faccio di tutto per migliorare, crescere, ottenere il meglio che posso nei miei lavori, che siano racconti, digital painting, fotografie...
Ovviamente, oltre a ciò, sono anche un blogger, ma se state leggendo questa breve nota, vuol dire che già lo sapete.

0 commenti:

Posta un commento

Post Recenti



Powered by Blogger.

Popular Posts

Cerca sul Blog

')