sabato 25 febbraio 2017

Lara Croft, Tomb Raider La culla della Vita - #Film #Recensione

Glauco Silvestri
Devo dire che il secondo film di questa saga è deludente. Bella la Jolie, al top della forma; buona la CGI, dove però si osa troppo e si vede l'artificiosità in alcune scene; scarsa la costruzione dei personaggi; trama da videogioco, dove a ogni problema c'è una soluzione senza troppo penare.

Tomb Raider la Culla della vita è un tentativo di ripetere il successo della prima pellicola, che devo dire trovai divertente e ben fatta. Qui il divertimento non arriva, e il plot della trama è talmente da videogame che durante il film ci si annoia (n.d.r. Almeno io mi sono annoiato) perché non si ha il joypad per giocare. Le scene con lo squalo sono l'esempio lampante di quanto dico... Ma non voglio rovinare la visione a chi - magari - non ha mai visto questo film e avesse voglia di vederlo.

La trama è semplice: Un terremoto in Grecia riporta alla luce un antico tempio costruito da Alessandro Magno. All'interno di esso vi era custodita una mappa capace di condurre al luogo in cui fu nascosto il vaso di Pandora, solo che mentre Lara cerca di recuperare questo manufatto, un gruppo armato appare all'improvviso e le mette i bastoni tra le ruote. Dopo essere salvata prontamente da un sottomarino che passava da quelle parti, Lara si mette sulle tracce dei suoi assalitori, intenzionati a usare Pandora come arma biologica, e a venderla al miglior offerente.

Avventura, sì, ce n'è parecchia. Si va da Hong Kong, alla Grecia, passando per l'Africa e altri luoghi davvero meravigliosi. La fotografia di questa pellicola è eccezionale, e l'azione non manca... Anzi, è pressoché un continuo di azione e reazione, c'è poco spazio per costruire i personaggi, per raccontarli... Qui sono sagome animate che seguono delle sequenze prefissate. I dialoghi sono brillanti, sfacciati, diretti. E'... E' uguale al videogioco che l'ha ispirato. Ma tra film e videogame ci dovrebbe essere qualche differenza, no?

Non è nelle mie corde ma, a ogni modo, con un bel cestone di popcorn sulle ginocchia, si guarda.


Scopri i miei ebook cliccando QUI



About the Author

Glauco Silvestri / Author & Editor

Vivo a Bologna. Vivo per le mie passioni. Scrivo, leggo, amo camminare. Adoro il cinema, amo tantissimo le montagne. Sono cresciuto a suon di cartoni di Go Nagai e Miyazaki.
Mi guadagno da vivere grazie all'elettronica. Lavoro nella domotica, e nell'illuminazione d'emergenza, per una grossa azienda italiana. Ci occupiamo di sicurezza, salute, emergenza... ma anche di energia pulita. Il mio sogno sarebbe vivere grazie ai miei libri, ai miei disegni, alle mie fotografie... Ma onestamente, suppongo di essere più bravo nel mio attuale lavoro. Ciò non significa che io rinunci a provare, tutt'altro, faccio di tutto per migliorare, crescere, ottenere il meglio che posso nei miei lavori, che siano racconti, digital painting, fotografie...
Ovviamente, oltre a ciò, sono anche un blogger, ma se state leggendo questa breve nota, vuol dire che già lo sapete.

0 commenti:

Posta un commento

Post Recenti



Powered by Blogger.

Popular Posts

Cerca sul Blog

')