giovedì 16 febbraio 2017

Indian, la grande Sfida - #Film #Recensione

Glauco Silvestri
Ma quant'è bravo Hopkins in Indian? Certo si tratta di un film per appassionati di velocità e motociclismo, ma anche per chi ama le 'avventure umane', per chi ama le sfide, e per chi ama le storie tratte dalla realtà. Già! Perché Burt Munro è esistito davvero, e la sua passione per la velocità può essere considerata una fonte di ispirazione per chiunque ami l'agonismo.

Nel film Burt ha già una veneranda età. Lavora da una vita sulla sua Indian Twin Scout del 1920, e sogna di partire per l'America, per correre sulla pista di Bonneville, e magari riuscire a stabilire un record di velocità su due ruote... E tenete conto che Burt Munro vive in Nuova Zelanda!
Il film è semplice, prima ci descrive l'uomo, poi il luogo in cui vive, poi ancora il viaggio verso Bonneville, e infine la corsa vera e propria. Tutto avviene senza troppe difficoltà, eppure il film affascina per il carattere semplice e diretto dell'uomo, per la sua capacità di credere in sé stesso, di conquistare gli altri, di essere amico di tutti, di andare dritto per la sua strada senza dar troppo ascolto a chi lo sconsiglia. E' uno che non molla, ma che non lo fa con arroganza, bensì con una aplomb davvero affascinante. E Hopkins è perfetto per trasmettere questo fascino.

Non c'è molto da dire su questo film se non che fotografia, interpretazioni, e storia sono delicate, e forse un po' distanti dalle solite e roboanti rappresentazioni di vicende sportive. E' un film costruito con tatto, molto piacevole da guardare.

Lo consiglio. 


Scopri i miei ebook cliccando QUI




About the Author

Glauco Silvestri / Author & Editor

Vivo a Bologna. Vivo per le mie passioni. Scrivo, leggo, amo camminare. Adoro il cinema, amo tantissimo le montagne. Sono cresciuto a suon di cartoni di Go Nagai e Miyazaki.
Mi guadagno da vivere grazie all'elettronica. Lavoro nella domotica, e nell'illuminazione d'emergenza, per una grossa azienda italiana. Ci occupiamo di sicurezza, salute, emergenza... ma anche di energia pulita. Il mio sogno sarebbe vivere grazie ai miei libri, ai miei disegni, alle mie fotografie... Ma onestamente, suppongo di essere più bravo nel mio attuale lavoro. Ciò non significa che io rinunci a provare, tutt'altro, faccio di tutto per migliorare, crescere, ottenere il meglio che posso nei miei lavori, che siano racconti, digital painting, fotografie...
Ovviamente, oltre a ciò, sono anche un blogger, ma se state leggendo questa breve nota, vuol dire che già lo sapete.

0 commenti:

Posta un commento

Post Recenti



Powered by Blogger.

Popular Posts

Cerca sul Blog

')