lunedì 16 gennaio 2017

Suicide Squad - #Film #Recensione

Glauco Silvestri
Quando Suicide Squad uscì al cinema reputai che non valesse la pena spendere i soldi del biglietto. Forse non sono più tanto attratto da questo genere di film, che diventano sempre più l'uno uguale all'altro, e sempre meno curiosi, ma di Suicide Squad mi piaceva il cast, e di conseguenza ho voluto dare alla pellicola una seconda possibilità, e me lo sono guardato a casa, in una fredda freddissima sera invernale.

Nota a margine: Il film va visto dopo aver visto - almeno - Batman vs Superman.

Dunque. Superman è morto (n.d.r. Forse), e Batman è considerato un mezzo delinquente (n.d.r. Per quanto stia organizzando la Justice League). Il governo statunitense è un po' preoccupato del fatto che esista ben più di un alieno (n.d.r. Superman), e ben più di un meta-umano (n.d.r. Wonder Woman),e di sicuro non crede che tutti quanti possano avere la moralità avuta da Superman. Di conseguenza qualcuno sta pensando di creare una Task Force capace di tenere testa ai cattivi con super poteri che prima o poi decideranno di minacciare la terra. Ma dove trovare gli elementi giusti per questo infausto compito? Ovviamente nelle peggiori prigioni del paese.
Si raccolgono quindi un serial killer dalla mira infallibile, una psicologa divenuta pazza dopo essere stata torturata da Joker, un ladro australiano amante degli unicorni di peluches, un meta-umano che maneggia il fuoco, un meta-umano mezzo rettile, e lo spirito di una strega che si è impossessata del corpo di una archeologa.
Risultato? Al primo problema la strega fugge, risveglia il proprio fratello, e comincia a costruire un esercito di 'mostri' con cui dominare il pianeta. E gli altri saranno costretti a combattere contro questo esercito, sconfiggere la strega, eccetera eccetera eccetera.

Che dire del film? La prima impressione rimane valida. Non vale i soldi del biglietto. Benché i personaggi siano ben interpretati e discretamente costruiti, manca una trama solida. E' un fumettone proiettato sullo schermo, punto!
Tanti effetti speciali, esplosioni, piroette, scene stroboscopiche, e finisce lì. 
E' il prequel di qualcosa che verrà, perché dopo i titoli di coda l'organizzatrice della Suicide Squad passa tutte le informazioni a Bruce Wayne... E suppongo che queste saranno molto utili a Batman. Ma ormai siamo abituati, no? Film senza capo ne coda, collegati l'uno all'altro, che ti costringono a seguire le gesta dei super eroi come se guardassi una serie TV, o leggessi un fumetto. 
Ma questo non è il genere di film che amo guardare al cinema.



Scopri i miei ebook cliccando QUI



About the Author

Glauco Silvestri / Author & Editor

Vivo a Bologna. Vivo per le mie passioni. Scrivo, leggo, amo camminare. Adoro il cinema, amo tantissimo le montagne. Sono cresciuto a suon di cartoni di Go Nagai e Miyazaki.
Mi guadagno da vivere grazie all'elettronica. Lavoro nella domotica, e nell'illuminazione d'emergenza, per una grossa azienda italiana. Ci occupiamo di sicurezza, salute, emergenza... ma anche di energia pulita. Il mio sogno sarebbe vivere grazie ai miei libri, ai miei disegni, alle mie fotografie... Ma onestamente, suppongo di essere più bravo nel mio attuale lavoro. Ciò non significa che io rinunci a provare, tutt'altro, faccio di tutto per migliorare, crescere, ottenere il meglio che posso nei miei lavori, che siano racconti, digital painting, fotografie...
Ovviamente, oltre a ciò, sono anche un blogger, ma se state leggendo questa breve nota, vuol dire che già lo sapete.

0 commenti:

Posta un commento

Post Recenti



Powered by Blogger.

Popular Posts

Cerca sul Blog

')