sabato 14 gennaio 2017

Rio - #Film #Recensione

Glauco Silvestri
Forse non molti di voi sanno che la mia morosa aveva un pappagallo. Si chiamava Loreto, e se ne è andato pochi mesi fa, all'improvviso, pensiamo perché il suo cuoricino era ormai tanto stanco. Aveva più di settant'anni, ormai... E, be' a parte i primi tempi in cui mi artigliava ogni volta che provavo ad avvicinarmi, una volta fatta amicizia, era davvero una creatura spettacolare.

A ogni modo, l'affetto per Loreto non poteva che rinnovarsi guardando un cartone animato di qualche anno fa, Rio, in cui è raccontata con allegria il problema del bracconaggio e del maltrattamento di queste creature incredibili.

Blu è un pappagallo che viene rapito dalla foresta Amazzonica prima ancora che impari a volare. Per via di varie peripezie, finisce con l'andare a vivere assieme a Linda, in Minnesota, che ne diventa non solo la padrona, ma anche la migliore amica. La vita di Linda e Blu è felice e serena finché non viene chiesto loro di recarsi a Rio per far accoppiare Blu con l'ultima femmina della sua specie, così da evitarne l'estinzione. Dopo un po' di tentennamenti, la coppia decide di partire... E qui cominciano i guai. Blu e Jewel - la femmina del pappagallo - vengono rapiti da un trafficante di volatili. Essendo gli ultimi della loro specie, valgono un sacco di soldi, e lui vuole approfittarne.
Tra la disperazione di Linda, e delle mirabolanti avventure, con animali di ogni tipo, il finale sarà ovviamente a lieto fine, ma le risate sono assicurate.

Bella, bellissima colonna sonora. Divertenti le battute, tanto che le risate sono all'ordine del giorno. Ottima la CGI. Film adatto ai grandi e ai piccini. Si sensibilizza lo spettatore il problema del bracconaggio in Brasile, il destino di queste splendide creature, e allo stesso tempo il divertimento non manca.

Da vedere assolutamente.


Scopri i miei ebook cliccando QUI



About the Author

Glauco Silvestri / Author & Editor

Vivo a Bologna. Vivo per le mie passioni. Scrivo, leggo, amo camminare. Adoro il cinema, amo tantissimo le montagne. Sono cresciuto a suon di cartoni di Go Nagai e Miyazaki.
Mi guadagno da vivere grazie all'elettronica. Lavoro nella domotica, e nell'illuminazione d'emergenza, per una grossa azienda italiana. Ci occupiamo di sicurezza, salute, emergenza... ma anche di energia pulita. Il mio sogno sarebbe vivere grazie ai miei libri, ai miei disegni, alle mie fotografie... Ma onestamente, suppongo di essere più bravo nel mio attuale lavoro. Ciò non significa che io rinunci a provare, tutt'altro, faccio di tutto per migliorare, crescere, ottenere il meglio che posso nei miei lavori, che siano racconti, digital painting, fotografie...
Ovviamente, oltre a ciò, sono anche un blogger, ma se state leggendo questa breve nota, vuol dire che già lo sapete.

0 commenti:

Posta un commento

Post Recenti



Powered by Blogger.

Popular Posts

Cerca sul Blog

')