giovedì 26 gennaio 2017

Harry Potter and the cursed child - #Libro #Recensione

Glauco Silvestri
Come tutti gli altri volumi di questa saga, ho letto Harry Potter e la maledizione dell'erede in inglese, ovvero Harry Potter and the Cursed Child.

Premesso che: non capisco tutte le recensioni negative al riguardo di questa pubblicazione. O chi ha comprato il libro lo ha fatto alla cieca senza neppure informarsi - e dire che era facile informarsi al riguardo, visto che alla sua uscita se ne è parlato pareccchio - o non ha capito proprio nulla punto e basta. 
Non è un romanzo. 
E' la sceneggiatura di uno spettacolo teatrale.
E se chi ha letto il libro sapendolo si è comunque lamentato, allora è un ignorante e basta, perché le sceneggiature sono fatte così, punto!

Detto questo... E' stupendo! Ero titubante al riguardo. Secondo me la vicenda era già stata sviscerata in toto e forse persino già allungata un pochino troppo all'epoca dei libri ufficiali. Ora cosa potevano inventarsi per portare a teatro una vicenda originale? Avevo paura di avere per le mani un libro che non mi sarebbe piaciuto. E invece è stato fatto centro. Coinvolgere i figli di Harry e Draco, che proprio proprio delle cime non sono, e far sì che rimescolino le carte in modo da far risorgere addirittura Voldemort, è davvero una scelta vincente.
E mi piacerebbe poter vedete il tutto a teatro... Speriamo che arrivi anche qui da noi!

La trama è semplice: Sono passati 19 anni dalla sconfitta di Voldemort. Harry è sposato con Ginny, e ha 2 figli. Il maggiore, James, è bravo e Griffindoro come ci si sarebbe aspettato. Il minore Albus-Severus, non è proprio una cima, ed è un Sempreverde. In più, sin dal primo giorno di scuola è amico di Scorpius, il figlio di Draco Malfoy... Il che la dice tutta, vero? Ma i due sono compagnoni, e sono pure buoni, anche se non eccellono né in magia, né nel Quiddich. Solo che tra Albus e Harry corre cattivo sangue perché non si riescono a intendere, e probabilmente le aspettative sul figlio minore sono tante per via di James, che è praticamente un Potter perfetto. Un bel giorno Albus viene a scoprire che il padre di Cedric (n.d.r. morto al Yorneo Tremaghi al posto di Harry) chiede quotidianamente a Harry di riportare in vita il figlio, specie da quando il ministero della magia ha trovato un dispositivo per muoversi nel tempo. E' ovvio che Harry non voglia - suo malgrado - accontentare il vecchio padre di Cedric, ma Albus decide che Cedric deve essere salvato, e chiede aiuto a Scorpius per rubare il dispositivo magico, e agire di conseguenza.
Ovviamente le azioni goffe dei due ragazzi portano a effetti disastrosi...

L'ho già detto: E' bello!
E' una sceneggiatura, per cui lo scritto è schietto, solo dialoghi, pochissime descrizioni e solo rivolte a focalizzare la scena. Il lavoro va fatto tutto d'immaginazione. Se non siete pronti a questo, allora lasciate perdere, altrimenti fa al caso vostro.




Scopri i miei ebook cliccando QUI



About the Author

Glauco Silvestri / Author & Editor

Vivo a Bologna. Vivo per le mie passioni. Scrivo, leggo, amo camminare. Adoro il cinema, amo tantissimo le montagne. Sono cresciuto a suon di cartoni di Go Nagai e Miyazaki.
Mi guadagno da vivere grazie all'elettronica. Lavoro nella domotica, e nell'illuminazione d'emergenza, per una grossa azienda italiana. Ci occupiamo di sicurezza, salute, emergenza... ma anche di energia pulita. Il mio sogno sarebbe vivere grazie ai miei libri, ai miei disegni, alle mie fotografie... Ma onestamente, suppongo di essere più bravo nel mio attuale lavoro. Ciò non significa che io rinunci a provare, tutt'altro, faccio di tutto per migliorare, crescere, ottenere il meglio che posso nei miei lavori, che siano racconti, digital painting, fotografie...
Ovviamente, oltre a ciò, sono anche un blogger, ma se state leggendo questa breve nota, vuol dire che già lo sapete.

0 commenti:

Posta un commento

Post Recenti



Powered by Blogger.

Popular Posts

Cerca sul Blog

')