sabato 17 dicembre 2016

Star Trek IX, L'insurrezione - #Film #Recensione

Glauco Silvestri
All'interno della federazione c'è un pianeta con delle peculiarità curiose. Chiunque ci vive è in grado di rallentare il tempo, di non invecchiare, di trovare l'eterna giovinezza. Peculiarità che fa gola a molti, se non fosse che il pianeta è abitato dai Ba'ku, una comunità pacifica di sole 600 persone. L'idea, per poter sfruttare questa immensa ricchezza, sarebbe quella di sfrattare i Ba'ku, e impiantare dei dispositivi ad hoc negli anelli del pianeta così da catturare l'energia capace di donare l'eterna giovinezza... Ma ciò andrebbe contro alla Prima Direttiva. Tutto ciò su istigazione dei Son'a, un popolo ossessionato dalla longevità delle proprie vite, molto avanzato tecnologicamente, e neo-alleato della federazione... Più per interesse che per altro. E se agli ammiragli tutto ciò non da molto fastidio - il bene dei molti sopravanza al bene dei pochi, e la Federazione ha bisogno di alleati in un periodo in cui molte nuove specie cercano di espandersi proprio nel territorio federale - a Picard ciò non va a genio. Per cui si ribella, e con lui tutti gli ufficiali dell'Enterprise, che all'improvviso diventano degli ammutinati.

L'insurrezione è un episodio formato cinema. La trama non si discosta troppo da quella che potremmo trovare in uno dei tanti episodi della serie, ovviamente raccontato con tempi narrativi più adatti al formato cinematografico, e ovviamente più ricco di dettagli ed effetti speciali. Però è una puntatona. Si guarda volentieri, diverte, intrattiene, e funziona dal punto di vista cinematografico. Ma è ovvio che non si sa più che cosa raccontare. Qui troviamo alcuni richiami alla storia umana, alle deportazioni, ma anche a vicende molto più terra-terra come la storia del figliol prodigo (n.d.r. I Son'a sono imparentati geneticamente con in Ba'ku). 

In pratica è un film che soddisfa, ma non stupisce. Una particolarità citata su Wikipedia, e che ho scoperto per caso, è che Lorella Cuccarini è presente in una scena del film (n.d.r. Per motivi promozionali si era chiesta la presenza di personaggi noti nei vari paesi in cui il film sarebbe stato distribuito), che però nella versione finale è stata tagliata.



Scopri i miei ebook cliccando QUI



About the Author

Glauco Silvestri / Author & Editor

Vivo a Bologna. Vivo per le mie passioni. Scrivo, leggo, amo camminare. Adoro il cinema, amo tantissimo le montagne. Sono cresciuto a suon di cartoni di Go Nagai e Miyazaki.
Mi guadagno da vivere grazie all'elettronica. Lavoro nella domotica, e nell'illuminazione d'emergenza, per una grossa azienda italiana. Ci occupiamo di sicurezza, salute, emergenza... ma anche di energia pulita. Il mio sogno sarebbe vivere grazie ai miei libri, ai miei disegni, alle mie fotografie... Ma onestamente, suppongo di essere più bravo nel mio attuale lavoro. Ciò non significa che io rinunci a provare, tutt'altro, faccio di tutto per migliorare, crescere, ottenere il meglio che posso nei miei lavori, che siano racconti, digital painting, fotografie...
Ovviamente, oltre a ciò, sono anche un blogger, ma se state leggendo questa breve nota, vuol dire che già lo sapete.

1 commenti:

  1. Lo trovai davvero risibile.
    Neanche me lo ricordo più. ;)

    RispondiElimina

Post Recenti



Powered by Blogger.

Popular Posts

Cerca sul Blog

')