mercoledì 7 dicembre 2016

Hermanos - #Libri #Recensione

Glauco Silvestri
Devo ammettere che Hermanos mi ha lasciato basito... Forse altre pubblicazioni dello stesso editore mi avevano predisposto ad aspettative troppo alte sin dall'inizio. Il fatto è, comunque, che questo ebook non mi ha convinto sin dalla prima pagina, e dopo un paio di capitoli ho dovuto proprio abbandonarlo.

Di cosa parla? Hermanos è una Western Story scritta a quattro mani. Racconta le vicende di un pistolero eccellente poco riflessivo e molto esuberante - per certi versi uno stratega infallibile e di poche parole - un ex-soldato americano pavido e pigro, e di un medico senza le giuste qualifiche alla ricerca della propria strada. I due si ritrovano in fuga dall’Arizona verso il Messico. Ricercati con l’accusa di furto di un carico d’oro sia dall’esercito Americano che da quello Messicano, si vedono costretti a mettersi sulle tracce dei veri responsabili che li hanno volontariamente cacciati in quella spiacevole situazione. Però... Una volta scoperta la reale destinazione dei lingotti e dei veri ladri, la coppia si trova di fronte a un dilemma difficile da risolvere.

Sulla carta la storia pare interessante. Però comincia in modo goffo. Un pistolero che tenta di rapinare un treno pieno d'oro, che però si rivela carico di dinamite, e che si fa esplodere nella concitazione degli eventi. Un fratello vendicativo che vuole fare la pelle a colui che fa finire male sempre e comunque tutti i suoi 'colpi'. Un italiano non proprio azzeccato. Una ironia che proprio non mi aspettavo, che può piacere pure, ma che - diciamocelo - non corrisponde alla presentazione, che affermava:
Hermanos è un romanzo western dal sapore duro e dalle tinte forti
Un inizio comico poco si sposa con le tinte forti dichiarate... Ma su questo si potrebbe anche soprassedere, però se l'incipit pone di fronte a una scena dove la voce narrante definisce il proprio cavallo 'un ronzino', e pochi istanti più tardi afferma che l'animale è 'bello vigoroso' mentre corre a fianco del treno, non va bene. Così come non va bene definire 'trottare' la corsa 'a tutta velocità' dell'animale. Ed è poco piacevole scoprire che il treno è dotato di 'finestre' piuttosto che di finestrini. Così come trovare frasi del tipo gli bastava immaginarsi, oppure stava finendo di fumarsi, fa passare la voglia di proseguire con la lettura. E difatti l'ho abbandonata.

Insomma... Io mi sono arreso a metà del secondo capitolo.


Scopri i miei ebook cliccando QUI



About the Author

Glauco Silvestri / Author & Editor

Vivo a Bologna. Vivo per le mie passioni. Scrivo, leggo, amo camminare. Adoro il cinema, amo tantissimo le montagne. Sono cresciuto a suon di cartoni di Go Nagai e Miyazaki.
Mi guadagno da vivere grazie all'elettronica. Lavoro nella domotica, e nell'illuminazione d'emergenza, per una grossa azienda italiana. Ci occupiamo di sicurezza, salute, emergenza... ma anche di energia pulita. Il mio sogno sarebbe vivere grazie ai miei libri, ai miei disegni, alle mie fotografie... Ma onestamente, suppongo di essere più bravo nel mio attuale lavoro. Ciò non significa che io rinunci a provare, tutt'altro, faccio di tutto per migliorare, crescere, ottenere il meglio che posso nei miei lavori, che siano racconti, digital painting, fotografie...
Ovviamente, oltre a ciò, sono anche un blogger, ma se state leggendo questa breve nota, vuol dire che già lo sapete.

0 commenti:

Posta un commento

Post Recenti



Powered by Blogger.

Popular Posts

Cerca sul Blog

')