giovedì 29 settembre 2016

Come evitare le foto mosse - #Tips #Fotografia

Glauco Silvestri
Una foto mossa trovata googlando su internet
Com'è possibile evitare una foto mossa? Qui di seguito troverete alcuni suggerimenti utili.

Ci sono molti motivi per cui una foto può risultare mossa, a partire da una mano non proprio ferma a tenere la fotocamera, passando per le vibrazioni dovute alla pressione del pulsante di scatto, per poi andare a parare sui tempi troppo lunghi, la poca luce, eccetera eccetera.
Di principio, per avere una certa garanzia che la foto risulti nitida, si dovrebbe tenere un tempo di scatto minore o (al massimo) uguale alla lunghezza focale dell'obiettivo montato.
In pratica, se a bordo avete un 60mm, allora il tempo di scatto massimo che dovremmo usare - a mano libera - per essere certi di ottenere un'immagine a fuoco è di 1/60 di secondo.

L'uso di un obiettivo con stabilizzatore di immagine aiuta, ma non fa miracoli. Di solito (n.d.r. Le caratteristiche esatte cambiano da marca a marca, e da modello a modello), lo stabilizzatore di immagini riesce a intervenire fino a 4 stop superiori al tempo di scatto indicato poco fa.
Nella pratica, sempre con il 60mm, lo stabilizzatore di immagine ci permette di scattare a mano libera con un tempo massimo di 1/4 di secondo.
Un ulteriore miglioramento si ottiene utilizzando il timer al posto dello scatto con la pressione diretta del tasto. 
Questo piccolo accorgimento consente di evitare l'eventuale mosso dovuto allo spostamento verticale della fotocamera al momento della pressione del tasto.

Nel caso di un soggetto in movimento la questione si complica. Una tecnica come il Panning può aiutare a seguire ciò che ci interessa per fotografarlo perfettamente a fuoco, ma anche la fotocamera va impostata con maggiore attenzione. 
Per immortalare una persona che cammina è sufficiente un tempo di scatto pari a 1/60 di secondo. Per fotografare un'automobile in corsa bisogna scendere per lo meno a 1/500 di secondo. 
Un bean bag con fotocamera già installata
E' quindi necessario impostare la fotocamera su Tv (n.d.r. Priorità di Tempi) e selezionare un tempo adeguato alla velocità del nostro soggetto. In questo caso è sconsigliabile tenere l'impostazione degli ISO (n.d.r. La sensibilità alla luce) su AUTO in quanto gli automatismi potrebbero optare - in caso di un errato setup dei tempi di scatto - per valori troppo alti, e di conseguenza portare a una foto priva di dettaglio. Meglio tenere un valore ISO adeguato alle caratteristiche della fotocamera a vostra disposizione, e regolare il tempo di scatto (n.d.r. Ed eventualmente il diaframma, se ve la sentite di mettere la fotocamera in Manuale) di conseguenza.

Se tutto ciò non basta, è necessario appoggiare la fotocamera su un supporto che sia perfettamente immobile. Si può optare per qualcosa che sta attorno a voi, o per un accessorio studiato ad hoc, come un monopiede, un treppiedi, o eventualmente una bean bag, quest'ultimo molto utile se si deve scattare rasoterra e/o appoggiarsi a una superficie irregolare.



Scopri i miei ebook cliccando QUI



About the Author

Glauco Silvestri / Author & Editor

Vivo a Bologna. Vivo per le mie passioni. Scrivo, leggo, amo camminare. Adoro il cinema, amo tantissimo le montagne. Sono cresciuto a suon di cartoni di Go Nagai e Miyazaki.
Mi guadagno da vivere grazie all'elettronica. Lavoro nella domotica, e nell'illuminazione d'emergenza, per una grossa azienda italiana. Ci occupiamo di sicurezza, salute, emergenza... ma anche di energia pulita. Il mio sogno sarebbe vivere grazie ai miei libri, ai miei disegni, alle mie fotografie... Ma onestamente, suppongo di essere più bravo nel mio attuale lavoro. Ciò non significa che io rinunci a provare, tutt'altro, faccio di tutto per migliorare, crescere, ottenere il meglio che posso nei miei lavori, che siano racconti, digital painting, fotografie...
Ovviamente, oltre a ciò, sono anche un blogger, ma se state leggendo questa breve nota, vuol dire che già lo sapete.

0 commenti:

Posta un commento

Post Recenti



Powered by Blogger.

Popular Posts

Cerca sul Blog

')