venerdì 19 agosto 2016

Lo Spaccone - #Film #Recensione

Glauco Silvestri
Tempo fa avevo recensito Il Colore dei Soldi, film a cui sono molto affezionato, e avevo citato Lo Spaccone, ovvero la pellicola in cui viene raccontata la storia di Eddie lo Svelto, e che di conseguenza ne risulta essere una sorta di prequel putativo. Oggi è finalmente giunto il momento di parlare di quest'ultimo film, ovvero le origini di tutta la vicenda. 

Eddie Felson è un giocatore di biliardo. E' davvero bravo, bravissimo, nessuno è meglio di lui. La Balabushka è come l'arco di un violino nelle sue mani. L'unico problema di Eddie è la sua irruenza, la sua gioventù, il suo carattere da spaccone, la sua faccia tosta, ma soprattutto, la sua dedizione all'alcool.
E' notte. Felson sta giocando contro Minnesota Fats, e sta vincendo diciottomila dollari. Minnesota Fats appare fresco come una rosa. Eddie ha bevuto parecchio, e nonostante i consigli non vuole smettere di giocare. La partita continua, ancora e ancora, e varcate le ventiquattr'ore di gioco, Felson si ritrova disteso a terra ubriaco, con soli duecento dollari in tasca.
Ne esce sconfitto, sia nell'anima che nel portafogli. La sua reputazione lo precede, e nessuno vuole più giocare con lui. Per ciò, per sbarcare il lunario, è costretto a giocare nei bar di periferia, spennare polli da quattro soldi, giocando partite la cui posta va dal dollaro ai cinque dollari. E' in questo momento che Eddie incontra Sara. E' una ragazza bellissima, ma per colpa della poliomelite, avuta da piccola, è zoppa. Sara vive sola, e pure lei è dedita all'alcool. Assieme i due ragazzi trovano un certo equilibrio, per lo meno fintanto che a Eddie non vengono spezzati i pollici in una rissa da bar, dopo che ha vinto l'ennesima partita...

Bellissimo! Il bianco e nero, i ritmi calmi, la recitazione pensata, i dialoghi di spessore... Film di questo tipo non li fanno più, neppure se ci provano, neppure se... Newman mostra tutta la sua classe in questa pellicola. Non è il semplice belloccio. E' davvero bravo a mostrarsi spaccone, ed è davvero bravo nel mostrare le fragilità umane. Il cast che gli fa da contorno mantiene il livello dell'intera pellicola, che sbanda leggermente solo a causa di Piper Laurie, che 'recita' troppo nelle scene in cui la si pretenderebbe ubriaca. Ma si tratta di semplici sbavature che si possono anche ignorare.

Da vedere.


Scopri i miei ebook cliccando QUI


About the Author

Glauco Silvestri / Author & Editor

Vivo a Bologna. Vivo per le mie passioni. Scrivo, leggo, amo camminare. Adoro il cinema, amo tantissimo le montagne. Sono cresciuto a suon di cartoni di Go Nagai e Miyazaki.
Mi guadagno da vivere grazie all'elettronica. Lavoro nella domotica, e nell'illuminazione d'emergenza, per una grossa azienda italiana. Ci occupiamo di sicurezza, salute, emergenza... ma anche di energia pulita. Il mio sogno sarebbe vivere grazie ai miei libri, ai miei disegni, alle mie fotografie... Ma onestamente, suppongo di essere più bravo nel mio attuale lavoro. Ciò non significa che io rinunci a provare, tutt'altro, faccio di tutto per migliorare, crescere, ottenere il meglio che posso nei miei lavori, che siano racconti, digital painting, fotografie...
Ovviamente, oltre a ciò, sono anche un blogger, ma se state leggendo questa breve nota, vuol dire che già lo sapete.

0 commenti:

Posta un commento

Post Recenti



Powered by Blogger.

Popular Posts

Cerca sul Blog

')