sabato 23 luglio 2016

Quo Vadis, Baby? - #Film #Recensione

Glauco Silvestri
Tratto dall'omonimo romanzo di Grazia Verasani, Quo Vadis, Baby? E' la dimostrazione che anche in Italia si è capaci di produrre un buon film, ben interpretato, senza cadere nei soliti italici cliché! Ovviamente ci vuole un buon regista, come Salvatores, e degli ottimi interpreti, come Angela Baraldi e Gigio Alberti, ma anche Andrea Renzi e Alessandra d'Elia (che compare solo in clippini su VHS).

Siamo a Bologna. Giorgia fa l'investigatrice privata nella piccola ditta del padre, noto a tutti come il Capitano per il suo carattere burbero e dominante. Vive sola, col gatto e le sue frustrazioni. Il fantasma che la tormenta è Ada, sua sorella, suicidatasi sedici anni prima senza motivi apparenti. Sedici anni, e il miglior amico della sorella, un giorno, spedisce a Giorgia un pacco pieno di VHS. E' il video-diario della sorella. Giorgia guarda i filmati, e continua la sua vita scattando foto a coppie di amanti. E' perseguitata persino da uno dei suoi clienti, sospettato di aver ucciso la moglie dopo aver scoperto, a causa delle foto di Giorgia, che lo tradiva con più uomini. Guardando i video, Giorgia entra lentamente nella vita della sorella. Vuole scoprire chi è A. Un misterioso uomo che ha conquistato il cuore di Ada. Per questo va fino a Roma, per conoscere le persone che frequentava, per cercare indizi, per cercare di dipanare il mistero che aleggia attorno al fantasma di una povera ragazza suicida.
Un viaggio non facile, che attraversa i ricordi della famiglia, i suoi segreti, e che la porterà a percorrere, forse casualmente, forse no, alcuni passi della sorella stessa.

Film intenso, dalla fotografia potente, con una Bologna dipinta piovosa, cupa, invernale, carica di passione e allo stesso tempo tenebrosa. La città è sicuramente una componente importante nel raccontare la storia, perché appare così come sembra essere il carattere di Giorgia, che è interpretata davvero bene dalla brava Angela Baraldi. Il ruolo di A. è interpretato da un conturbante Gigio Alberti, che sembra tutt'altro che l'uomo sexy e fatale descritto nei VHS della sorella, ma che alla fine sa dimostrare il magnetismo giusto per conquistare le sue... vittime. Niente spoiler, perché il film naviga attraverso i segreti di una famiglia, e le paure di una donna, per cui non c'è un finale (n.d.r. Per quanto ci sia), bensì un percorso, da gustare.

Molto molto Bello!



Scopri i miei ebook cliccando QUI


About the Author

Glauco Silvestri / Author & Editor

Vivo a Bologna. Vivo per le mie passioni. Scrivo, leggo, amo camminare. Adoro il cinema, amo tantissimo le montagne. Sono cresciuto a suon di cartoni di Go Nagai e Miyazaki.
Mi guadagno da vivere grazie all'elettronica. Lavoro nella domotica, e nell'illuminazione d'emergenza, per una grossa azienda italiana. Ci occupiamo di sicurezza, salute, emergenza... ma anche di energia pulita. Il mio sogno sarebbe vivere grazie ai miei libri, ai miei disegni, alle mie fotografie... Ma onestamente, suppongo di essere più bravo nel mio attuale lavoro. Ciò non significa che io rinunci a provare, tutt'altro, faccio di tutto per migliorare, crescere, ottenere il meglio che posso nei miei lavori, che siano racconti, digital painting, fotografie...
Ovviamente, oltre a ciò, sono anche un blogger, ma se state leggendo questa breve nota, vuol dire che già lo sapete.

0 commenti:

Posta un commento

Post Recenti



Powered by Blogger.

Popular Posts

Cerca sul Blog

')