martedì 7 giugno 2016

E chi era Adamo per loro?

Glauco Silvestri
E chi era Adamo per loro? ha chiesto Mister... Il primo uomo bianco. Non il primo uomo. Dicevano che nessuno poteva essere così pazzo da pensare di sapere davvero chi era stato il primo uomo. Ma che tutti avevano notato il primo uomo bianco perché era bianco. Mister... aggrotta le sopracciglia, guarda i vari colori di filo che abbiamo. Infila l'ago, si bagna il dito, fa il nodo. Dicono che prima di Adamo tutti erano neri. Poi un giorno una donna, subito messa a morte, se ne viene fuori con un bambino senza colore. Da principio hanno dato la colpa a qualcosa che doveva aver mangiato. Ma poi salta fuori un altro bambino senza colore, e le donne cominciano anche a avere gemelli. E così i bambini bianchi e i gemelli vengono messi a morte. Quindi Adamo non era nemmeno il primo uomo bianco, solo il primo sopravvissuto. Mister... mi guarda pensieroso. Non è poi così brutto, sai, Nettie, a pensarci bene. E adesso si comincia a vedere che c'è molto sentimento, dietro quella sua faccia. Be', ho continuato io, lo sai che tra i neri nascono anche gli albini, no? Ma hai mai sentito dire che ai bianchi nasca qualcosa del genere in nero? No, a meno che qualche nero ci metta lo zampino. E non c'erano bianchi in Africa a quei tempi, quand'è accaduto tutto questo. E così gli Olinka avevano sentito parlare di Adamo ed Eva dai missionari bianchi, e sapevano anche la storia del serpente che aveva ingannato Eva e costretto Dio a cacciare tutt'e due dal giardino dell'Eden. Una storia che li incuriosiva molto, perché, dopo aver cacciato quei bambini bianchi dal villaggio, non ci avevano più pensato.

Il colore viola (Alice Walker)
Evidenziazione a pagina 303 | Pos. 4642-58



Scopri i miei ebook cliccando QUI


About the Author

Glauco Silvestri / Author & Editor

Vivo a Bologna. Vivo per le mie passioni. Scrivo, leggo, amo camminare. Adoro il cinema, amo tantissimo le montagne. Sono cresciuto a suon di cartoni di Go Nagai e Miyazaki.
Mi guadagno da vivere grazie all'elettronica. Lavoro nella domotica, e nell'illuminazione d'emergenza, per una grossa azienda italiana. Ci occupiamo di sicurezza, salute, emergenza... ma anche di energia pulita. Il mio sogno sarebbe vivere grazie ai miei libri, ai miei disegni, alle mie fotografie... Ma onestamente, suppongo di essere più bravo nel mio attuale lavoro. Ciò non significa che io rinunci a provare, tutt'altro, faccio di tutto per migliorare, crescere, ottenere il meglio che posso nei miei lavori, che siano racconti, digital painting, fotografie...
Ovviamente, oltre a ciò, sono anche un blogger, ma se state leggendo questa breve nota, vuol dire che già lo sapete.

0 commenti:

Posta un commento

Post Recenti



Powered by Blogger.

Popular Posts

Cerca sul Blog

')