giovedì 21 gennaio 2016

Le Space Opera - #ebook #Letture

Glauco Silvestri
Lo so. Non vanno più di moda. Per quanto il cinema ancora creda in questo genere di narrativa, il mondo del libro preferisce indagare nel cyberspazio, o nella robotica... Temi assolutamente interessanti ma che mancano, a mio parere, dello 'spirito esploratore' che invece è tangibile nelle Space Opera.

L'ho scritto già in passato:
Credo che il lento abbandono delle Space Opera da parte della fantascienza derivi soprattutto da una mancanza di interesse del pubblico, e soprattutto dell'assoluta chiusura del programma spaziale americano (e non solo) in seguito alla fine della guerra fredda. 
L'ultima vera sfida tra i colossi dello spazio è avvenuta sul piano della navetta riutilizzabile per i voli orbitali, vinta a caro prezzo dallo Shuttle... Ma ormai è preistoria. Oggi si va nello spazio con capsule che molto hanno da spartire con le Sputnik e le Apollo del periodo della corsa alla conquista della Luna. 
La stessa ISS è stata possibile grazie allo Shuttle. Se fosse stata realizzata con i mezzi odierni, sarebbe poco più grande del caro vecchio Skylab.
Se non fosse per la Cina, che in questi ultimi quindici anni ha cominciato a solleticare i poteri forti di USA e Unione Sovietica, la corsa allo spazio sarebbe pressoché chiusa, e gongoleremmo solo per i nostri satelliti in orbita bassa che ci permettono di usare i GPS, le tv satellitari, le comunicazioni in genere, e internet. Mica poco, eh? Ma non vi manca qualcosa? Non andate in fibrillazione per ogni anticipazione sul prossimo film di Star Wars? Non siete curiosi per il prossimo The Martian (n.d.r. tratto da questo, ottimo, romanzo)? Non continuate forse a guardare le repliche delle vecchie serie di Star Trek?

Allora perché la fantascienza ha smesso di credere nelle Space Opera? 

Ok, non è proprio vero che questo genere sia scomparso dalle librerie, ma è sempre più difficile trovare qualcosa di nuovo, bisogna andare a leggere in lingua originale, cercare all'estero, perché qui si continua a spingere sui classici, o al massimo su titoli di derivazione da altre categorie di media, come i videogame... 
Se invece andiamo a guardare gli altri filoni, allora il campo si rinvigorisce. Piacciono i mondi immersi nelle cyer-reti del futuro (Matrix), piacciono le macchine che uccidono (Terminator), le intelligenze artificiali che... Addirittura si innamorano (Her), quelle di cui ci si innamora (SimOne), ma soprattutto quelle che ingannano (Ex-Machina), quelle che vogliono l'indipendenza (Automata), quelle che vogliono solo sopravvivere (Humandroid), quelle che vogliono migliorare l'uomo a suo discapito (Trascendence)...

Ma ditemi la verità: Non siete curiosi di vedere il prossimo Indipendence Day? Non vorreste un seguito a District 9? E che dire degli già annunciati prossimi tre film legati a Prometheus, che sembra si ricollegheranno alla saga di Alien?
Lo spazio non vi attira proprio più?
A me attira ancora, e parecchio. E' per questo che non ho mai smesso di dedicare tempo a questo genere, scrivendo racconti, e romanzi, e leggendone tanti, tanti, e per fortuna che Urania - ancora - promuove Space Opera nel nostro paese, ed è ormai l'unica, perché altrimenti dovrei dedicarmi solamente ai testi in lingua originale. E propone anche titoli nostrani, come Cronache di Mondo 9, di recentissima uscita (n.d.r. Per lo meno al momento della prima scrittura di questo articolo).

Scrivo fantascienza, per cui non posso esimermi dall'indicarvi la mia primissima saga, a cui sono legato per tanti motivi, tra cui la mia primissima pubblicazione con un editore nostrano dopo la vittoria a un premio letterario... Si parla del secolo scorso, ma la saga di Cometa (qui, qui e qui), devo citarla anche se non si tratta di una Space Opera pura al 100%.


Un ebook che mi è molto caro è, invece, Starship Journal. Si tratta di un progetto che ha vissuto innumerevoli riscritture, è in pratica il mio primissimo romanzo, e ammetto che è stato molto difficile giungere alla sua forma definitiva, tra l'altro proposta con la bellissima copertina di Luca Morandi.


Alla Deriva l'ho già citato in un altro percorso narrativo in cui si parlava dell'umana avventura, e del viaggio interiore. Quale occasione migliore per cogliere due piccioni con una fava? Perdersi nello spazio, riflettere su sé stessi sapendo che non c'è possibilità di salvezza, affrontare il pericolo, e la morte, ma soprattutto le paure interiori, sono il cuore di questo ebook.

Luna Oscura... Adoro questo romanzo. Si ispira a dichiarazioni avvenute realmente diverso tempo fa, fatte da un ex dipendente NASA, in cui si affermava di una fantomatica missione segreta denominata Apollo 19 (e Apollo 20), atte a esplorare un'area della Luna su cui si erano rinvenuti dei manufatti alieni; missione realizzata in collaborazione con i russi.
Tutti romanzi, racconti, storie, questi che ho citato fino a ora, che ci coinvolgono al tempo presente, o nel nostro recente passato, o nel futuro più prossimo.
Ma la fantascienza dovrebbe occuparsi anche del futuro remoto, e con La Confederazione di Elite, per certi versi un omaggio a un vecchio videogioco che andava di moda quando ero poco più che ragazzino, vi proietto in un universo dove mondi diversi commerciano, tramano, e si occupano di umane questioni su scala cosmica. E ancora oltre mi spingo con H-Asteroid, ove seppur le origini della vicenda si hanno pressoché ai giorni nostri, poi lo svolgimento di questa raccolta (n.d.r. Di fatto si tratta di racconti brevi connessi a un'unica trama comune) si dipana su molte generazioni avanti rispetto alla nostra.
Infine dovrei citare Guerriero delle Stelle, una Fan Novel, e allo stesso tempo una Space Opera pura. E' ispirata a Starblazer, un cartone animato di Leiji Matsumoto a me molto caro.

Come potete vedere, il mio amore per questo genere letterario mi ha spinto a scrivere molte storie, tutte diverse tra loro, con fonti di ispirazione particolari e suggestive. E il mondo là fuori è ancora più vasto, specie se si prova a scavare nella narrativa straniera, non solo americana, dove ancora questo genere è ancora in fermento nonostante comunque l'interesse generale si sia assopito a livello globale. C'è molto materiale interessante, ci sono molte idee nuove, moderne, ben sviluppate. E' un genere che va curato con attenzione, alimentato dalla passione, mantenuto in forze, vivo, e prospero. Per questo ve lo consiglio e ve lo propongo.

Il mio augurio rimane comunque, e sempre, lo stesso: che possiate trovare una buona lettura.



Scopri i miei ebook cliccando QUI.
Il mio Sito / Su Amazon / Su Flickr / Su Facebook / Su Twitter / Su Medium / Su Google+

Consigli per gli acquisti: Strumenti Musicali / Hi-Fi / Kindle Touch / Kindle Fire / Amazon BuyVip
...e con Amazon Prime la spedizione veloce è gratis!


About the Author

Glauco Silvestri / Author & Editor

Vivo a Bologna. Vivo per le mie passioni. Scrivo, leggo, amo camminare. Adoro il cinema, amo tantissimo le montagne. Sono cresciuto a suon di cartoni di Go Nagai e Miyazaki.
Mi guadagno da vivere grazie all'elettronica. Lavoro nella domotica, e nell'illuminazione d'emergenza, per una grossa azienda italiana. Ci occupiamo di sicurezza, salute, emergenza... ma anche di energia pulita. Il mio sogno sarebbe vivere grazie ai miei libri, ai miei disegni, alle mie fotografie... Ma onestamente, suppongo di essere più bravo nel mio attuale lavoro. Ciò non significa che io rinunci a provare, tutt'altro, faccio di tutto per migliorare, crescere, ottenere il meglio che posso nei miei lavori, che siano racconti, digital painting, fotografie...
Ovviamente, oltre a ciò, sono anche un blogger, ma se state leggendo questa breve nota, vuol dire che già lo sapete.

0 commenti:

Posta un commento

Post Recenti



Powered by Blogger.

Popular Posts

Cerca sul Blog

')