venerdì 7 agosto 2015

Jupiter, il destino dell'Universo - #Film #Recensione

Glauco Silvestri
Ho sentito dire solamente un gran male di Jupiter, il destino dell'Universo. Di solito, quando si parla male di un film, finisco per vederlo, per assaggiarlo con le mie papille gustative, per vedere se è così, o se lo posso salvare. A volte i film si salvano, a volte no.
Questa è una volta che... No, non si salva.
Però ho voluto vederlo, in fondo c'è Mila Kunis... Mi è sempre piaciuta Mila Kunis, che ci posso fare.

Non sprecherò molto spazio per questa pellicola, anche se c'è Mila Kunis. E' un mix tra una fiaba in stile Cenerentola (n.d.r. Jupiter Jones fa la donna delle pulizie, e diventa una sorta di regina intergalattica per chissà quale motivo, ma se lo dicono le api, noi ci crediamo!), un fantasy con lupi mannari (n.d.r. Il cacciatore di teste è un mix genetico tra uomo e lupo, e si chiama Cane... ehm, Caine), e un romanzo rosa con lotte di palazzo (n.d.r. dove tutti gli eredi al trono litigano tra loro per l'ascesa al trono, che ovviamente spetterebbe a Jupiter). Di fantascienza c'è poco, giusto il fatto che per essere immortali, gli alieni devono fare il bagno in un liquido ottenuto dalla spremitura di altri esseri umani... E si da il caso che la Terra sia uno degli allevamenti di umani più profittevole in assoluto, per cui tutto gira attorno alla nostra amata, vecchia, Terra.

Mai visti personaggi più osceni e stereotipati. Una sorella che è il cartonato di cleopatra, un soldato ligio al dovere come un lupacchiotto, un vecchio veterano incallito che tradisce tutti e la fa franca, un fratello lascivo, e un altro fratello che sembra un religioso dell'inquisizione. Una CGI da video game, con astronavi che sembrano fatte con mattoncini lego uniti da campi di energia colorati, e l'eroe che vola come se pattinasse su meravigliosi stivali antigravitazionali (lo facesse solo sui pianeti dove c'è una gravità da contrastare, ma nel vuoto cosmico... boh!). Il finale, poi, è roba da teen-movie, con la Kunis che va a pattinare in cielo assieme al suo prode soldato, e amante, non che cagnolino.

La battuta più riuscita? Il soldato che dice a Jupiter: Tra noi non ci può essere nulla, io sono più imparentato con i cani che con gli umani. E lei risponde: Io ho sempre amato i cani.

Ecco... Girare al largo (Ma ricordatevi che c'è Mila Kunis...).


Scopri i miei ebook cliccando QUI.
Il mio Sito / Su Amazon / Su Flickr / Su Facebook / Su Twitter / Su Google+

Consigli per gli acquisti: Strumenti Musicali / Hi-Fi / Kindle Touch / Kindle Fire / Amazon BuyVip
...e con Amazon Prime la spedizione veloce è gratis!


About the Author

Glauco Silvestri / Author & Editor

Vivo a Bologna. Vivo per le mie passioni. Scrivo, leggo, amo camminare. Adoro il cinema, amo tantissimo le montagne. Sono cresciuto a suon di cartoni di Go Nagai e Miyazaki.
Mi guadagno da vivere grazie all'elettronica. Lavoro nella domotica, e nell'illuminazione d'emergenza, per una grossa azienda italiana. Ci occupiamo di sicurezza, salute, emergenza... ma anche di energia pulita. Il mio sogno sarebbe vivere grazie ai miei libri, ai miei disegni, alle mie fotografie... Ma onestamente, suppongo di essere più bravo nel mio attuale lavoro. Ciò non significa che io rinunci a provare, tutt'altro, faccio di tutto per migliorare, crescere, ottenere il meglio che posso nei miei lavori, che siano racconti, digital painting, fotografie...
Ovviamente, oltre a ciò, sono anche un blogger, ma se state leggendo questa breve nota, vuol dire che già lo sapete.

1 commenti:

  1. Come te, neanch'io sono riuscito a salvare niente in Jupiter ascending.
    Il pastrocchio combinato dai fratellini che ci regalarono The Matrix (ormai, ne sono convinto, venuto bene per puro caso) è una roba che non ci si crede, e a occhio non dev'essere costata neanche poco.
    Ora, sono veramente curioso di vedere se gli produrranno qualcos'altro, dopo questo flop galattico.

    RispondiElimina

Post Recenti



Powered by Blogger.

Popular Posts

Cerca sul Blog

')