lunedì 8 giugno 2015

La Casa Rossa - #Libro #Recensione

Glauco Silvestri
Devo dire che La casa Rossa mi ha spiazzato. Devo dire che le aspettative erano alte, che i precedenti romanzi di Haddon mi avevano fatto ben sperare. Poi... mi son trovato di fronte a un romanzo che mi ha lasciato basito.

Abbiamo due fratelli, son divisi da anni di distanza e silenzio. Un lutto, la morte della madre, fa sì che tra Richard e Angela si vedano nuovamente, e decidano di riunire la famiglia organizzando una vacanza in un cottage di campagna. Due famiglie con i loro problemi, le loro idiosincrasie, che si conoscono solo di vista, praticamente, decidono di dividere lo stesso tetto, e presto si mette in chiaro che le differenze non possono essere appianate dalle sole buone intenzioni. Richard, sposato da poco con Louisa, si presenta con la figliastra Melissa, una ragazza arrabbiata, incapace di creare un rapporto umano senza trovare un motivo di scontro. Lui, allo stesso tempo, ha dei problemi sul lavoro, una operazione andata male rischia di rovinargli la carriera, e la vita. Angela, la sorella di Richard, a stento sopporta Louisa e Melissa e non riesce a inquadrarle come la famiglia del fratello. Del resto lei stessa sa poco di lui, non ha mai avuto un grande legame con lui, e la sua famiglia è tutt'altro che felice. Il figlio Alex, il più grande, è quello più adulto e stabile. Daisy è una ragazza problematica che ha raggiunto una sorta di equilibrio solamente grazie alla chiesa, il piccolo Benjy è il monello della combriccola, e forse anche il personaggio più interessante del lotto. Il marito Dominic la tradisce - ovviamente lei non sa nulla - ma percepisce qualcosa che non va. Un bel panettone... in pratica.

E' un libro senza capo ne coda. Episodi giornalieri che si riducono a litigi tra Daisy e Melissa, Alex e Melissa, Richard e Melissa, Angela e Melissa, Dominic e Melissa. Qualche scontro tra Alex e Dominic, normale visto che il figlio adolescente sta cercando di conquistare il proprio diritto di divenire adulto. Benjy è probabilmente il personaggio che, con la sua giovinezza, i suoi giochi, le sue fragilità, la sua ingenuità, riesce meglio alla penna di Haddon (e questo non mi stupisce) e funge da collante a una vicenda che, altrimenti, non avrebbe molto da raccontare.
Certo, sul finire del libro si apprezza la capacità narrativa, l'abilità dello scrittore, ma la storia non c'è, o meglio c'è, ma è talmente omologata con quella che potrebbe essere la vita di una famiglia normale, che all'ultima pagina del libro si rimane un po' perplessi. Nascosto tra le pagine del libro c'è un legame famigliare inesistente che si ricuce a forza di piccoli incidenti, screzi, e litigi. Forse nascono amicizie, forse c'è il tentativo di comunicare da parte di chi non è abituato a comunicare. E' la vita normale, di tutti i giorni, di ogni famiglia di questo mondo. Scritta bene, benissimo, con un tocco esperto e delicato, con picchi di rudezza, e momenti di riflessione. Però... Non mi ha convinto del tutto.




Scopri i miei ebook cliccando QUI.
Il mio Sito / Su Amazon / Su Flickr / Su Facebook / Su Twitter / Su Google+

Consigli per gli acquisti: Strumenti Musicali / Hi-Fi / Kindle Touch / Kindle Fire / Amazon BuyVip
...e con Amazon Prime la spedizione veloce è gratis!


About the Author

Glauco Silvestri / Author & Editor

Vivo a Bologna. Vivo per le mie passioni. Scrivo, leggo, amo camminare. Adoro il cinema, amo tantissimo le montagne. Sono cresciuto a suon di cartoni di Go Nagai e Miyazaki.
Mi guadagno da vivere grazie all'elettronica. Lavoro nella domotica, e nell'illuminazione d'emergenza, per una grossa azienda italiana. Ci occupiamo di sicurezza, salute, emergenza... ma anche di energia pulita. Il mio sogno sarebbe vivere grazie ai miei libri, ai miei disegni, alle mie fotografie... Ma onestamente, suppongo di essere più bravo nel mio attuale lavoro. Ciò non significa che io rinunci a provare, tutt'altro, faccio di tutto per migliorare, crescere, ottenere il meglio che posso nei miei lavori, che siano racconti, digital painting, fotografie...
Ovviamente, oltre a ciò, sono anche un blogger, ma se state leggendo questa breve nota, vuol dire che già lo sapete.

0 commenti:

Posta un commento

Post Recenti



Powered by Blogger.

Popular Posts

Cerca sul Blog

')