lunedì 27 aprile 2015

Vent'anni a scrivere...

Glauco Silvestri
Il primo volume
dedicato alla Fantascienza
Erano i primi anni novanta. Non ricordo il giorno esatto in cui mi misi a sedere e scrissi il mio primo racconto. Ricordo che cominciai. Ricordo che cominciai a scrivere 'Il Figlio di Andromeda'. Ricordo che cominciai a scrivere racconti brevi. Tra il settembre del 1992 e il settembre del 1993 ne scrissi parecchi su una malmessa agendina nera. Ero sotto la Naja. Tornato a casa li sistemai. Nel 1994 feci pubblicare 13 copie de 'Il Figlio di Andromeda'. Andarono tutte vendute, tra amici/colleghi/parenti. Credo che per tutti ci sia stato il momento in cui solo amici/colleghi/parenti fossero gli unici lettori... A ogni modo battezzai quel momento come il mio 'esordio ufficiale' nel mondo della narrativa.

Il secondo volume
dedicato all'horror
Vent'anni dopo, quasi per caso, mi venne in mente di sistemare tutti i miei vecchi racconti, di raccoglierli in antologie tematiche, e di farci degli ebook. All'epoca neppure ci feci caso che erano passati vent'anni. Volevo solo fare ordine. Ho fatto due più due solo l'anno successivo, qualche mese fa, quando ho pubblicato il quinto e ultimo volume della collana 'Novelle Fatte a Mano'. Così decisi di chiamare quella serie di antologie, forse per omaggiare un vecchio libro di Rodari che lessi quando ancora ero un bambino.
Cinque ebook. Quante pagine in tutto? Fatemi fare due conti... 474 pagine di racconti brevi!

Il terzo volume
dedicato al Fantasy
Stavo scrivendo la prefazione del quinto libro quando mi son reso conto che erano passati vent'anni. Mi venne la pelle d'oca, lo ammetto. Mi spaventai... Sì, mi spaventai. Vent'anni erano passati, e... Avete presente quando l'istinto vi induce a tirare le somme per capire se ne è valsa la pena o meno? Ammetto onestamente che mi spaventa la risposta a quella domanda. Perché i primi tempi promettevano davvero bene... Chi avrebbe mai pensato che sarei finito nella nebulosa indie di chi scrive ebook.

Il quarto volume
dedicato ai racconti di Guerra
Nel bene e nel male, vent'anni sono passati. Vent'anni, diversi romanzi, tantissimi racconti, moltissimi contatti con case editrici, qualche collaborazione con delle riviste, poche pubblicazioni 'ufficiali', tante indie, audio-racconti, ebook, libri, progetti finiti prima ancora di nascere, qualche intervista, qualche premio minore, ho persino curato una collana per una casa editrice emergente... Collana che poi non giunse mai alla prima uscita per la chiusura prematura dell'editore. n.d.r. Certi autori hanno troppa autostima... Altri quasi nessuna autostima...). Senza contare i malintesi, le discussioni animate, i litigi, e persino qualche minaccia di querela (n.d.r. per fortuna mai giunta a dato di fatto, perché in fondo, nate da incomprensioni facili da appianare). E perché non citare alcuni miei interventi, in qualità di 'esperto' del settore, che son pure apparsi su libri ancora oggi presenti in libreria?
Fu comunque un'esperienza interessante, divertente, impegnativa, e in certi momenti frustrante. 

Il quinto e ultimo volume
dedicato alle storie
di narrativa contemporanea
Soddisfazioni, e insoddisfazioni. Forse volavo troppo alto, forse invece non ho mai osato veramente tuffarmi quando c'era da tuffarsi davvero. Ne ho passate tante, e ognuna delle mie esperienze mi ha fatto crescere, mi ha fatto arrabbiare, mi ha fatto gioire, mi ha fatto rattristare... Quante emozioni, quante sensazioni, quante notti passate senza dormire, quante passate a riflettere se mollare tutto o non mollare per niente, quante trascorse in un limbo di inutilità. Quante storie lasciate a metà... Quante storie scritte e riscritte, e riscritte ancora... Quante rimaste solo una bozza, una idea... Quante invece hanno visto la luce nonostante ancora avessero avuto bisogno di lavoro... Quante persone ho conosciuto, quante avrei voluto conoscere, quante ne ho perse per strada, quante non ne avrei volute perdere...

Potete immaginare, quel mattino del 2015, quando ho pubblicato su Amazon il quinto volume della collana, i pensieri che mi hanno travolto e... Per certi versi, scombussolato. Ho riflettuto a lungo su cosa significasse questo traguardo, sempre che esso abbia veramente un significato, ma... Ma la domanda più grossa a cui ancora non ho trovato risposta è: 

E adesso?


Scopri i miei ebook cliccando QUI.
Il mio Sito / Su Amazon / Su Flickr / Su Facebook / Su Twitter / Su Google+

Consigli per gli acquisti: Strumenti Musicali / Hi-Fi / Kindle Touch / Kindle Fire / Amazon BuyVip


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

About the Author

Glauco Silvestri / Author & Editor

Vivo a Bologna. Vivo per le mie passioni. Scrivo, leggo, amo camminare. Adoro il cinema, amo tantissimo le montagne. Sono cresciuto a suon di cartoni di Go Nagai e Miyazaki.
Mi guadagno da vivere grazie all'elettronica. Lavoro nella domotica, e nell'illuminazione d'emergenza, per una grossa azienda italiana. Ci occupiamo di sicurezza, salute, emergenza... ma anche di energia pulita. Il mio sogno sarebbe vivere grazie ai miei libri, ai miei disegni, alle mie fotografie... Ma onestamente, suppongo di essere più bravo nel mio attuale lavoro. Ciò non significa che io rinunci a provare, tutt'altro, faccio di tutto per migliorare, crescere, ottenere il meglio che posso nei miei lavori, che siano racconti, digital painting, fotografie...
Ovviamente, oltre a ciò, sono anche un blogger, ma se state leggendo questa breve nota, vuol dire che già lo sapete.

3 commenti:

  1. Eh, ti capisco perché anch'io ho superato il quarto di secolo scrivendo (ma ho iniziato a pubblicare, o meglio auto-pubblicare, da molto meno).
    Io pure a volte mi dico "E adesso?"
    E neppure io trovo la risposta giusta ;-)

    RispondiElimina
  2. Un nuovo inizio magari? :)
    Glauco, qua io non ci passavo da un bel po'. Perdonami. Ho idea di non avere più, per qualche oscuro motivo, il tuo blog nel blogroll. Non mi da più gli aggiornamenti.. boooh! Lo aggiungo di nuovo per sicurezza ;)

    RispondiElimina

Post Recenti



Powered by Blogger.

Popular Posts

Cerca sul Blog

')