domenica 20 ottobre 2013

Una storia da raccontare...

Glauco Silvestri
Lo vedete il castello ritratto nella foto? Si tratta della Castello Scaligero di Valeggio sul Mincio, nelle vicinanze del Parco Sigurtà. Questo sabato, sono rimasto chiuso dentro questa torre, per circa un'ora... o forse anche un po' di più!

Com'è successo? Abbiamo pagato il biglietto per visitare la torre. Siamo saliti, abbiamo scattato delle foto. Eravamo tranquilli perché all'ingresso era scritto che chiudeva alle 19 (era scritto sul cancello all'ingresso del castello, mentre nella torre non c'erano indicazioni specifiche, ne l'omino che faceva i biglietti ci ha detto nulla al nostro arrivo). Siamo entrati attorno alle cinque. Alle cinque e mezza stavamo scendendo quando abbiamo sentito un fischietto, e poi la porta chiudersi. Ammetto che non ho pensato minimamente che potesse accadere. Il tizio all'ingresso avrebbe dovuto aspettare che uscissimo, o per lo meno fare un giro per controllare la presenza di eventuali ritardatari (la torre è alta e dalla cima il fischietto poteva non essere udibile).
Fatto sta che, una volta giunti alla base. Il portone era sprangato e lucchettato. E il tizio se ne era andato bellamente... senza neppure spegnere le luci interne, né salire per chiudere la botola sulla cima! 

Che fare? Nella speranza che fosse ancora lì attorno ho bussato alla porta... ma mi hanno risposto solo alcuni turisti, che gentilissimi, si sono preoccupati per noi e ci hanno aiutato a cercare il custode. Uno ha pure tentato di forzare il lucchetto con un sasso!
Poi abbiamo chiamato il 112... che ci hanno rassicurato che avrebbero avvisato chi di dovere e ci avrebbero richiamato. Nel frattempo, curiosando nei cassetti di una cassettiera all'ingresso, abbiamo trovato il numero della stazione locale dei carabinieri... abbiamo chiamato anche loro, visto che dopo 40 minuti non avevamo avuto alcuna notizia.
Tempo altri venti minuti e "ci hanno salvati".

Alle sette di sera eravamo a Borghetto sul Mincio, in un localino, a mangiare qualcosa e a ridere della nostra disavventura!





About the Author

Glauco Silvestri / Author & Editor

Vivo a Bologna. Vivo per le mie passioni. Scrivo, leggo, amo camminare. Adoro il cinema, amo tantissimo le montagne. Sono cresciuto a suon di cartoni di Go Nagai e Miyazaki.
Mi guadagno da vivere grazie all'elettronica. Lavoro nella domotica, e nell'illuminazione d'emergenza, per una grossa azienda italiana. Ci occupiamo di sicurezza, salute, emergenza... ma anche di energia pulita. Il mio sogno sarebbe vivere grazie ai miei libri, ai miei disegni, alle mie fotografie... Ma onestamente, suppongo di essere più bravo nel mio attuale lavoro. Ciò non significa che io rinunci a provare, tutt'altro, faccio di tutto per migliorare, crescere, ottenere il meglio che posso nei miei lavori, che siano racconti, digital painting, fotografie...
Ovviamente, oltre a ciò, sono anche un blogger, ma se state leggendo questa breve nota, vuol dire che già lo sapete.

0 commenti:

Posta un commento

Post Recenti



Powered by Blogger.

Popular Posts

Cerca sul Blog

')