domenica 8 settembre 2013

Sogni

Glauco Silvestri
E' qualche giorno che faccio sogni strani... sogni davvero strani. Sono notti agitate, complicate, e sinceramente mi chiedo cosa scateni questi sogni, o cosa la mente voglia raccontarmi quando me li mostra durante il sonno. 
Visto che io non ne vengo a capo, ve ne voglio raccontare due, uno dietro l'altro, per vedere se voi riuscite a cavarci i piedi...

Notte tra il venerdì e il sabato: Sogno di essere in un enorme magazzino pieno di scaffalature. E' un ipotetico magazzino nascosto nella ditta dove lavoro, un luogo scoperto per caso facendo del largo tra vecchi scatoloni e roba archiviata alla meno peggio. Sugli scaffali c'è di tutto, da leoni in ceramica alti almeno un metro, a statue in ebano di origine africana, fino a pellicce, gioielli e quant'altro. Un piccolo registro ci indica che è tutta roba che fu posseduta da una mia collega (deceduta di recente). Nel sogno tutti i miei colleghi si affrettano a impossessarsi di ogni cosa. Il marito della mia collega è disperato, grida «Fermi! Fermi!», ma nessuno lo ascolta. Io ho in mano un piccolo albero di Natale, quello che ogni anno appoggio sulla mia scrivania, e a cui la mia collega volle aggiungere un paio di palline natalizie e un mini-presepe da sistemare lì vicino...

Notte tra il sabato e la domenica: Sono appena rientrato in casa. Accendo la luce e vedo una marea di insetti che passeggia per il corridoio. Sono uno in fila all'altro. C'è di tutto, dalle piccole formiche rosse a un gruppo di insetti stecco; non mancano cicale, grilli, scarafaggi e qualche verme lungo quanto una mia mano. Spengo la luce e la riaccendo, ora in fila ci sono anche un paio di camaleonti, qualche geko, e persino due lucertole comuni. Mi guardo attorno e c'è un mio amico a petto nudo che mi vuole mostrare i suoi nuovi tatuaggi... 

Ecco... ora mi domando: cosa sognerò stanotte?




About the Author

Glauco Silvestri / Author & Editor

Vivo a Bologna. Vivo per le mie passioni. Scrivo, leggo, amo camminare. Adoro il cinema, amo tantissimo le montagne. Sono cresciuto a suon di cartoni di Go Nagai e Miyazaki.
Mi guadagno da vivere grazie all'elettronica. Lavoro nella domotica, e nell'illuminazione d'emergenza, per una grossa azienda italiana. Ci occupiamo di sicurezza, salute, emergenza... ma anche di energia pulita. Il mio sogno sarebbe vivere grazie ai miei libri, ai miei disegni, alle mie fotografie... Ma onestamente, suppongo di essere più bravo nel mio attuale lavoro. Ciò non significa che io rinunci a provare, tutt'altro, faccio di tutto per migliorare, crescere, ottenere il meglio che posso nei miei lavori, che siano racconti, digital painting, fotografie...
Ovviamente, oltre a ciò, sono anche un blogger, ma se state leggendo questa breve nota, vuol dire che già lo sapete.

0 commenti:

Posta un commento

Post Recenti



Powered by Blogger.

Popular Posts

Cerca sul Blog

')