lunedì 5 agosto 2013

Angel-A

Glauco Silvestri
Per una volta non c'è Jean Reno in un film di Luc Besson. Angel-A è davvero una pellicola particolare, molto affascinante, girata con stile e passione. Racconta la storia di André, un ragazzo che decide di gettarsi da un ponte perché sommerso dai debiti, e perseguito dai suoi creditori.
Quando arriva sul ponte, André trova accanto a sé una ragazza. Anche lei è intenzionata a gettarsi, e forse è più determinata di lui, visto che dopo un breve scambio di battute sarcastiche, lei si butta. André la segue... ma per salvarla.
Così scopre che la ragazza, fisico da modella, atteggiamento spavaldo, carattere forte, si chiama Angela. Essendogli debitrice, lei decide di risolvere i problemi di danaro del ragazzo. André si trova così coinvolto in una serie di vicende surreali che lo porteranno ad avere maggiore fiducia in sé stesso e nelle sue capacità...

Evito, apposta, di raccontare alcuni dettagli... diciamo soprannaturali... della pellicola. Non dovete pensare che sia una storia romantica, anche se i sentimenti esistono. E' piuttosto un film che travalica il fantasy e la fantascienza. Un film che richiama alcuni misticismi religiosi, e li ripropone in chiave moderna e cruda. Angela è un personaggio grandioso e va assaporato in ogni dettaglio... a partire dal fatto che la sua presenza tramuta la pellicola da bianco e nero a colori... anche se i colori non ci sono.
E' una storia surreale, per certi versi segue un canone classico degli eventi, e probabilmente anche prevedibile. Ma i personaggi, e la regia peculiare, caratterizzano il film al punto da ammaliare. E' davvero bello e lo consiglio a tutti.






About the Author

Glauco Silvestri / Author & Editor

Vivo a Bologna. Vivo per le mie passioni. Scrivo, leggo, amo camminare. Adoro il cinema, amo tantissimo le montagne. Sono cresciuto a suon di cartoni di Go Nagai e Miyazaki.
Mi guadagno da vivere grazie all'elettronica. Lavoro nella domotica, e nell'illuminazione d'emergenza, per una grossa azienda italiana. Ci occupiamo di sicurezza, salute, emergenza... ma anche di energia pulita. Il mio sogno sarebbe vivere grazie ai miei libri, ai miei disegni, alle mie fotografie... Ma onestamente, suppongo di essere più bravo nel mio attuale lavoro. Ciò non significa che io rinunci a provare, tutt'altro, faccio di tutto per migliorare, crescere, ottenere il meglio che posso nei miei lavori, che siano racconti, digital painting, fotografie...
Ovviamente, oltre a ciò, sono anche un blogger, ma se state leggendo questa breve nota, vuol dire che già lo sapete.

0 commenti:

Posta un commento

Post Recenti



Powered by Blogger.

Popular Posts

Cerca sul Blog

')