martedì 16 luglio 2013

Moulin Rouge

Glauco Silvestri
Io credo che Moulin Rouge sia il più bel musical che abbia mai visto. C'è ironia, sentimenti, romanticismo, una fotografia strepitosa, e musiche cariche di emozioni. Del film, la scena più potente, è sicuramente il tango ballato su Roxanne... che sul DVD è guardabile da differenti punti di vista, da brivido!

La storia è molto romantica. Un giovane scrittore inglese lascia Londra per andare a Parigi e vivere in pieno la rivoluzione Bohemienne. siamo nel 1899. Nella piccola pensione in cui vive conosce uno strampalato gruppo di attori teatrali. Stanno preparando un'opera teatrale che rivoluzionerà il teatro, ma per farlo hanno bisogno di un palco dove presentarla... e scelgono il Moulin Rouge. Quest'ultimo è conosciuto come un luogo di perdizione, ma allo stesso tempo è altrettanto noto perché tutti i ricchi e i potenti della città passano il tempo tra le sue mura, e tra le braccia delle ballerine del locale. Stella del Moulin Rouge è Satine... la bellissima Satine. Christian, l'autore, se ne innamora perdutamente e da quel momento farà di tutto (anche con l'inganno) per far sì che anche la ragazza si innamori di lui.

E' una storia tragica, romantica, che potrebbe ricordare le bellissime tragedie shakespeariane. C'è passione e divertimento, come ho detto, ma anche tanto spettacolo e musica. Abbagliano le scenografie. Stupiscono i balli. Ogni dettaglio è ricco e sfavillante. Nicole Kidman è pressoché perfetta nel ruolo di Satine, così come Ewan McGregor è il volto giusto per lo scrittore giovane e innocente.
Molti sono i premi catturati da questo film... ma faccio prima a rimandarvi a questa pagina per leggerli tutti.

E ora alcune chicche che non tutti sanno sul film:
  • Il film è stato girato quasi interamente presso gli studi Fox a Sydney, in Australia.
  • Durante la registrazione di alcune scene di ballo, Nicole Kidman si è fratturata due costole, questo ha costretto la produzione ad interrompere temporaneamente le riprese e l'attrice a rinunciare alle riprese di Panic Room.
  • La collana di diamanti indossata da Nicole Kidman è il gioiello più costoso mai realizzato specificatamente per un film, stimata un milione di dollari, con 1308 diamanti.
  • Il vero Moulin Rouge di Parigi possedeva realmente un enorme elefante nel suo giardino, che ospitava un locale in stile arabeggiante.
  • Il vero proprietario del Moulin Rouge si chiamava Charles Ziedler, non Harold (come invece nel film).
  • Nella sceneggiatura originale, era previsto che Satine avesse un figlio di tre anni, e che Christian raccontasse l'intera vicenda proprio a lui.
  • John Leguizamo, per interpretare Toulouse Lautrec, ha recitato tutto il film in ginocchio. Le gambe gli sono state cancellate digitalmente in postproduzione.
  • Per il ruolo di Christian si presentarono anche l'attore australiano Heath Ledger e l'attore americano Jake Gyllenhaal, entrambi furono respinti al provino perché Lurhman preferì Ewan McGregor: in tale occasione i due attori divennero amici e sperarono di lavorare insieme, come poi avvenne, ne I segreti di Brokeback Mountain. Questi fatti furono raccontati ai tempi dell'uscita di quest'ultimo film dagli stessi Ledger e Gyllenhaal.
  • Solitamente per motivi di sicurezza agli attori si vieta di utilizzare moto o altri mezzi pericolosi durante il periodo di realizzazione di un film, tuttavia Ewan McGregor avrebbe accettato il ruolo di Christian solo se avesse avuto il permesso di effettuare numerose escursioni in solitaria a bordo della sua cara moto, come avvenne.
  • Nel film si respira un'atmosfera ed una trama che si ispira chiaramente anche all'opera pucciniana de La bohème, a quella verdiana de La traviata e a Boule de Suif di Guy de Maupassant.
  • La nota cantante australiana Kylie Minogue interpreta la Fatina Verde dell'Assenzio nel film.
  • Alla fine della pellicola, nei titoli di coda compare anche Ozzy Osbourne come interprete della voce della fatina verde.





About the Author

Glauco Silvestri / Author & Editor

Vivo a Bologna. Vivo per le mie passioni. Scrivo, leggo, amo camminare. Adoro il cinema, amo tantissimo le montagne. Sono cresciuto a suon di cartoni di Go Nagai e Miyazaki.
Mi guadagno da vivere grazie all'elettronica. Lavoro nella domotica, e nell'illuminazione d'emergenza, per una grossa azienda italiana. Ci occupiamo di sicurezza, salute, emergenza... ma anche di energia pulita. Il mio sogno sarebbe vivere grazie ai miei libri, ai miei disegni, alle mie fotografie... Ma onestamente, suppongo di essere più bravo nel mio attuale lavoro. Ciò non significa che io rinunci a provare, tutt'altro, faccio di tutto per migliorare, crescere, ottenere il meglio che posso nei miei lavori, che siano racconti, digital painting, fotografie...
Ovviamente, oltre a ciò, sono anche un blogger, ma se state leggendo questa breve nota, vuol dire che già lo sapete.

0 commenti:

Posta un commento

Post Recenti



Powered by Blogger.

Popular Posts

Cerca sul Blog

')