sabato 9 marzo 2013

I soliti Sospetti

Glauco Silvestri
Kaiser Soze è lo spauracchio della malavita. Ogni delinquente, la sera, quando il figlio fa i capricci, lo guarda severamente e gli dice che se non fa il bravo, poi viene Kaiser Soze a punirlo. Ma esiste veramente Kaiser Soze? Forse no, forse sì.

Il fatto è che cinque delinquenti da strapazzo, riuniti dalla polizia quasi per caso, finiscono per diventare, probabilmente, gli unici testimoni dell'esistenza, o meno di questo temibile criminale. Solo che durante un'assalto a una nave carica di droga muoiono tutti quanti, tranne uno... Verbal, uno storpio noto a New York come truffatore. Poi si scopre che sulla nave non c'era droga...

I soliti Sospetti è davvero un film unico nel suo genere. Un po' come Seven... o come il Sesto Senso. E come questi due, una volta visto, le successive volte che lo si vedrà non sarà più possibile godere della sorpresa... perché l'intera vicenda è costruita in modo tale da confondere completamente lo spettatore, e di indurlo in una direzione completamente errata, per poi spalancargli forzosamente e improvvisamente gli occhi per dirgli: hai sbagliato tutto, tié!

Di questa pellicola, che comunque è ben strutturata e tiene incollati allo schermo dal primo minuto all'ultimo, è il finale che lascia a bocca spalancata. La rivelazione, l'inganno, la sfrontatezza... senza dimenticare la bravura di un attore del calibro di Kevin Spacey... E' tutto perfetto in questo film.



About the Author

Glauco Silvestri / Author & Editor

Vivo a Bologna. Vivo per le mie passioni. Scrivo, leggo, amo camminare. Adoro il cinema, amo tantissimo le montagne. Sono cresciuto a suon di cartoni di Go Nagai e Miyazaki.
Mi guadagno da vivere grazie all'elettronica. Lavoro nella domotica, e nell'illuminazione d'emergenza, per una grossa azienda italiana. Ci occupiamo di sicurezza, salute, emergenza... ma anche di energia pulita. Il mio sogno sarebbe vivere grazie ai miei libri, ai miei disegni, alle mie fotografie... Ma onestamente, suppongo di essere più bravo nel mio attuale lavoro. Ciò non significa che io rinunci a provare, tutt'altro, faccio di tutto per migliorare, crescere, ottenere il meglio che posso nei miei lavori, che siano racconti, digital painting, fotografie...
Ovviamente, oltre a ciò, sono anche un blogger, ma se state leggendo questa breve nota, vuol dire che già lo sapete.

0 commenti:

Posta un commento

Post Recenti



Powered by Blogger.

Popular Posts

Cerca sul Blog

')