martedì 29 gennaio 2013

The Experiment

Glauco Silvestri
Germania. Per 4000 marchi 20 uomini accettano di partecipare a un esperimento sociologico. 8 di loro dovranno svolgere mansione da carceriere, 12 dovranno invece fare i carcerati. All'inizio tutto sembra andare abbastanza bene. I 'prigionieri' seguono le regole, le 'guardie' svolgono il loro lavoro in maniera piuttosto blanda. Però bastano pochi giorni, e qualche impuntamento, per far degenerare la situazione... fino ad arrivare alla violenza più estrema.

The Experiment è inquietante. Ci presenta i personaggi così come noi potremmo vedere noi stessi. Nessuno pensa che il proprio carattere, il proprio modo di agire e di essere, possa mutare tanto radicalmente se posto di fronte a condizioni ben differenti da quelle a cui siamo abituati.
Ecco... ammetto che un po' mi inquieta questo film. Mi domando come potrei comportarmi se fossi coinvolto in quella situazione. Se fossi 'guardia' riuscirei a essere diventerei spietato? Se fossi 'carcerato' sarei in grado di sopportare la situazione?
Ciò mi costringe a pensare a tutti coloro, in Italia, rinchiusi in carceri sovraffollate e ancora in attesa di processo... e magari sono pure innocenti. Probabilmente la situazione non è così estrema come appare nel film (dove un personaggio agisce deliberatamente come elemento disturbatore perché è un reporter in incognito e in cerca di scoop), però...

Guardatelo e poi parliamone. Tra le altre cose, ho scoperto che gli americani ne hanno fatto un remake. Ammetto di non aver mai visto questa nuova versione tutta USA. Ma la versione originale, tedesca, fa parte della mia videoteca.


About the Author

Glauco Silvestri / Author & Editor

Vivo a Bologna. Vivo per le mie passioni. Scrivo, leggo, amo camminare. Adoro il cinema, amo tantissimo le montagne. Sono cresciuto a suon di cartoni di Go Nagai e Miyazaki.
Mi guadagno da vivere grazie all'elettronica. Lavoro nella domotica, e nell'illuminazione d'emergenza, per una grossa azienda italiana. Ci occupiamo di sicurezza, salute, emergenza... ma anche di energia pulita. Il mio sogno sarebbe vivere grazie ai miei libri, ai miei disegni, alle mie fotografie... Ma onestamente, suppongo di essere più bravo nel mio attuale lavoro. Ciò non significa che io rinunci a provare, tutt'altro, faccio di tutto per migliorare, crescere, ottenere il meglio che posso nei miei lavori, che siano racconti, digital painting, fotografie...
Ovviamente, oltre a ciò, sono anche un blogger, ma se state leggendo questa breve nota, vuol dire che già lo sapete.

0 commenti:

Posta un commento

Post Recenti



Powered by Blogger.

Popular Posts

Cerca sul Blog

')